Ultime notizie

FAUNA

Kenya-Italia, altri ovuli in arrivo per evitare un'estinzione

Fecondazione in vitro per i rinoceronti bianchi del nord a Ol Pejeta

21-08-2020 di Leni Frau

Prosegue il tentativo di salvare l’ormai rarissima specie del rinoceronte bianco del nord del Kenya, di cui non è rimasto nessun esemplare di maschio adulto.
Grazie ad un laboratorio italiano, Avantea di Cremona e ad un finanziamento tedesco (circa 6 milioni di euro), dopo un anno dal primo tentativo, portato a termine con 3 ovuli fecondati, nei giorni scorsi è stato effettuato un secondo prelievo sugli unici due rinoceronti bianchi femmina, Fatu di 31 anni e Najin di 20, che vivono nella riserva di Ol Pejeta nella zona di Nanyuki.
L’operazione è quella di fecondare in vitro gli embrioni, utilizzando lo sperma dell’ultimo esemplare maschio di rinoceronte bianco del nord, lo storico Sudan deceduto a 45 anni nel marzo del 2018.
Da allora sono partiti gli studi del team tedesco, italiano e della Repubblica Ceca (l’animale era proprietà di uno zoo di Praga) culminati in questo secondo tentativo, durante il quale sono stati raccolti 10 ovuli dai due rinoceronti femmina. Secondo le aspettative degli esperti, da questi potrebbero derivare 3 fecondazioni riuscite. Questo è accaduto l’agosto scorso con i primi 9 ovuli estratti, di cui tre sono diventati embrioni e si spera l’anno prossimo di poterli impiantare in una delle due sorelle di Ol Pejeta
Lo scienziato a capo dell’operazione, il tedesco Thomas Hildebrandt ha confermato ai media di essere riuscito a raccogliere due ovuli da Fatu e otto da Najin.
“Il procedimento è andato bene perché le due femmine erano in condizioni di salute stabili. Ma con l'età di Fatu, dovremo raccogliere altri ovuli prima di dispensarla - ha detto Hildebrandt – ora inizia la parte più delicata, perché dal momento in cui gli ovuli dei due rinoceronti sono stati estratti e l’arrivo al laboratorio, non possono passare più di 24 ore”.
Anche il momento dell’impianto seguirà procedure studiate a tavolino nei minimi particolari dal pool di scienziati. Le femmine, che vivono in terre sempre meno adatte alla loro riproduzione, saranno “provate” da un esemplare di rinoceronte maschio sterlizzato, per capire quando saranno pronte per iniziare la gravidanza.
"Prima di effettuare qualsiasi trasferimento di embrioni, la madre surrogata deve essere nelle giuste condizioni – conferma il capo veterinario del KWS, David Ndeereh - A questo scopo, un rinoceronte maschio sterilizzato sarà usato come un modo naturale per capire quando la femmina è pronta per la fecondazione”.

TAGS: fecondazione kenyarinoceronte bianco kenyaitalia kenyaol pejeta kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Un laboratorio italiano proverà a salvare il rinoceronte bianco del Kenya dal rischio di estinzione. Le...

LEGGI L'ARTICOLO

In questo periodo di drammi per il genere umano, la Natura continua a regalarci motivi per sperare nella ...

LEGGI L'ARTICOLO

Grazie anche all’Italia, il rinoceronte bianco del nord, specie rarissima di cui sopravvivono attualmente solo...

LEGGI L'ARTICOLO

E' morto Sudan, l'ultimo rappresentante maschile dei rinoceronti bianchi del nord ("Northern White Rhino").
E' stato sedato definitivamente, per...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

C’è anche un’antilope presente solo nello Tsavo Est e Ovest in Kenya, tra le ...

LEGGI L'ARTICOLO

Erano quasi sei anni che alla Lewa Conservancy nella Contea di Laikipia non veniva ucciso un...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non venire in Kenya se non ti puoi permettere di vedere un’alba in savana.
E’ come...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO E IL VIDEO

L'ultimo sequestro, avvenuto ieri in Vietnam, di cento chili di corna di rinoceronte provenienti dal Kenya, riporta alla triste attualità il contrabbando legato alle specie protette della savana africana.
La battaglia contro i bracconieri che uccidono elefanti procede con risultati anche...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ieri è finalmente arrivato il grande giorno della presentazione di Karanja al Museo Nazionale di Nairobi.
Karanja, oggi simbolo della protezione degli animali in Kenya, è stato uno dei rinoceronti-icona della conservazione in Kenya, uno degli esemplari più...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

RICETTE

Kachumbari

Insalata mista keniana

di redazione

Il Kachumbari è la classica insalata keniana di accompagnamento ai piatti, non solo alle carni o al pesce, ma anche ...

LEGGI QUI LA RICETTA

Vi siete mai chiesti cosa possa pensare di noi mzungu un rinoceronte?
Oppure se...

LEGGI L'ARTICOLO

L’anno del rinoceronte. Il 2020 per la conservazione in Kenya verrà ricordato come il primo del...

LEGGI L'ARTICOLO

Grande restyiling per Papa Remo Beach, la storica spiaggia organizzata di Watamu che riapre i battenti oggi, giovedì 20 luglio per la stagione.
Quel che salterà agli occhi subito è il salto di qualità d'eleganza con il bianco a farla...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Fognature fallate trasportavano acque piene di rifiuti e chissà cosa altro all’interno del...

LEGGI L'ARTICOLO

Condizioni di tempo ancora instabili in tutto il Kenya, costa compresa.
Il Servizio ...

LEGGI L'ARTICOLO

La più prestigiosa rivista internazionale (e canale televisivo) di Natura ha stabilito che il...

LEGGI L'ARTICOLO