I parchi

LUOGHI

La magia del lago Turkana e le sue isole

Un safari nel paradiso preistorico del kenya

01-02-2023 di Leni Frau

Il Lago Turkana, ex Lago Rodolfo, è un paradiso a parte, qualcosa di talmente unico al mondo che per molti che l’hanno visitato è come appartenesse ad un altro pianeta.

La savana desertica e lunare, i colori di acqua, cielo e rive, le improvvise montagne e le rare oasi, la gente e le sue ancestrali abitudini: tutto è immoto e avvolto in una sacralità che rende il paesaggio spettacolare e attraente. E’ facile innamorarsi delle acque blu-verdi del più grande lago desertico permanente del mondo, dove vivono da 130 milioni di anni almeno 12 mila coccodrilli, la più grande concentrazione dell’esemplare nilotico al mondo, nel loro luogo ideale per la riproduzione.

Poi ci sono le isole, che sono una favola nella favola.

A partire da Central Island, la “terra di fumo e fuoco” secondo la popolazione locale, conosciuta anche come “Isola dei coccodrilli”. Si tratta di un’isola vulcanica situata proprio nel mezzo del grande lago e protetta dal “Central Island National Park” sotto la tutela del Kenya Wildlife Service.
È composta da più di una dozzina di crateri e coni, tre dei quali sono riempiti da piccoli laghi. Ce ne sono tre principali: il Lago dei Coccodrilli, il Lago dei Fenicotteri e il Lago Tilapia.
I due laghi più grandi riempiono parzialmente i crateri fino ad un chilometro di larghezza e circa 80 m di profondità ed hanno il fondo ad una profondità vicina al livello del mare. Il punto più alto dell'isola, costituito per la maggior parte da rocce di basalto, supera i cinquecento metri, circa 190 m sopra la superficie del lago. Una catena di piccoli crateri taglia il lato orientale dell'isola. Diverse minuscole isole a Sud-Est rappresentano parzialmente i bordi di un cratere sommerso, e altri coni e spuntoni di lava si trovano sotto la superficie del lago nei pressi dell'isola.
La formazione di Central Island può essere fatta risalire all'epoca dell'Olocene (periodo geologico del Quaternario). L'attività fumarolica è concentrata lungo l'orlo da Nord-Est a Sud-Est del cratere centrale, ed intense emissioni di zolfo fuso e nuvole di vapore sono visibili dalla terraferma. Sull’isola c’è un campeggio dove i visitatori possono godere della vista meravigliosamente inquietante delle acque luminose del lago che lambiscono una spiaggia di lava nera. Lo spettacolo è amplificato al tramonto e la sera, quando la luna sorge sopra i neri crateri da cui esce fumo sottile, creando un alone unico di magia.

Ancora più magica è South Island, detta infatti “Isola del Mistero” e ispiratrice di numerose leggende e racconti di spiriti maligni e fantasmi.
L’isola, lunga 12 km e larga 5, è conosciuta anche come “Hohnel Island” in onore del primo europeo a visitare il lago, l’esploratore austriaco Ludwig Ritter von Höhnel che durante una spedizione finanziata dal principe Rodolfo, scoprì il Turkana e gli diede il nome del reale. L'isola ha origine vulcanica ed è costituita da una cresta centrale di coni di cenere, alcuni dei quali superano 300 metri d’altezza, mentre l’intero corpo vulcanico raggiunge 430 metri. Anche South Island fa parte dell’omonimo parco nazionale.
Infine North Island, è un'isola vulcanica costituita da un insieme di diversi coni di tufo situata nella parte settentrionale del lago Turkana. L'isola ha un diametro di 2 km e si alza fino a 220 m di altezza sopra il livello del lago. La sua formazione risale ad oltre 3 milioni di anni fa ed è quasi totalmente composta da rocce laviche, con una frequente attività geotermica. Il centro dell'isola è costituito da anelli di tufo.  Nella parte meridionale ci sono sorgenti calde, sfiati di vapore, fumarole e solfatare. Le isole oltre ai coccodrilli, ospitano ippopotami, fenicotteri, oltre a 350 specie conosciute di uccelli, tra cui anche rapaci, in particolare i nibbi reali. Ci sono anche 60 specie di pesci, la presenza dei pesci palla, che vivono quasi esclusivamente nelle acque marine, indicano il legame preistorico del Turkana con il Mar Rosso.
Il Turkana ospita alcuni dei rettili più velenosi del mondo, tra cui la vipera a squame di sega, la vipera notturna e il cobra.

La temperatura nel Turkana prevede caldo torrido e arido da dicembre-marzo, mentre giugno e luglio sono i mesi più freschi. Da maggio a settembre soffiano venti molto forti sia al mattino che alla sera. Le precipitazioni sono inferiori a 250 mm all’anno e in alcuni luoghi non piove da diverse stagioni. La vegetazione è scarsa, ma alcune zone riparate sono invase da erba e cespugli per un breve periodo ogni anno.

Come arrivare
In aereo: L'accesso al lago Turkana avviene solitamente in aereo e ci sono due piste di atterraggio nei pressi di Loiyangalani
Su strada: Il lago è raggiungibile in tre giorni di auto da Nairobi via Marsabit e North Horr, o Maralal e South Horr.
In alternativa, da Nairobi si può arrivare a Kalokol, sulla sponda occidentale del lago, passando per Kitale e Lodwar.
Da Kalokol sono disponibili servizi di noleggio barche per Central Island.
I prezzi dei parchi per non residenti sono 22 dollari adulti e 13 bambini, per residenti Kes. 300 (Kes. 125 bambini)

TAGS: turkanasafarilaghi kenyaluoghi kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 16 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

E dopo tanti mesi di siccità e le ultime settimane di calura in Kenya, nelle regioni del centro e del...

LEGGI L'ARTICOLO

In Kenya c’è chi ama andare oltre il safari tradizionale e ha la passione, l’entusiasmo e la competenza per proporre sorprendenti variazioni sul tema e mete inusuali tutte da vivere.
Le guide creative e professionali di Kenya Safari Explorer  sono...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Il 2015 e il 2016 saranno gli anni decisivi per il turismo in Kenya. 
Di questo sono convinti un po' tutti i tour operator europei che hanno a che fare con il Paese africano e che hanno investito nella gestione...

LEGGI TUTTO

Tanti anni sulle navi da crociera di mezzo mondo, più di dieci stagioni d'Africa e una grande passione che è ora diventata una professione. Per Alberto Michieli e Jean Pierre Monti il Kenya è stato rivelatore. Prima la scelta di...

LEGGI LA STORIA COMPLETA

La semiarida e tormentata regione keniana del Turkana potrebbe dare sostentamento alle sue...

LEGGI L'ARTICOLO

Quando diciamo che il Kenya è uno dei Paesi simbolo dell’Africa perché ha, racchiusa nel suo territorio, ...

LEGGI L'ARTICOLO

Nel 1972 il Governo keniota dichiaró l’area ad Est del Lago Turkana, compresa tra il fiume Tulor Bor a nord e Allia Bay...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Ministero degli Esteri britannico, alle porte dell'alta stagione e delle feste natalizie, ha dichiarato le mete turistiche del Kenya più battute dai propri connazionali, luoghi sicuri (consigliando la solita dovuta cautela da rispettare per chi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

In questo periodo d’altre priorità o presunte tali, ci sono situazioni ambientali in Kenya i ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Parco Nazionale del lago Nakuru è praticamente morto, fauna e flora versano in condizioni terminali.
A ...

LEGGI L'ARTICOLO

La lingua kiswahili, originaria dell'omonima costa che va dal nord del Mozambico fino al Corno d'Africa e successivamente adottata anche dal resto dell'Est Africa, particolarmente dai popoli che si affacciano sui grandi laghi africani, si conferma come la più parlata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nel nord del Kenya si trovano gioielli di bellezza incredibile che appaiono come oasi nel mezzo...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya fa il bis!
Anche quest'anno, dopo aver conquistato l'ambito premio l'anno scorso, oltre già al 2013 e 2015, il Kenya si è aggiudicato la palma d'oro come migliore destinazione mondiale per i safari e miglior destinazione africana per le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Priorità sicurezza nazionale, questo il mantra del...

LEGGI L'ARTICOLO

Chi ci legge e segue da tempo le nostre attività, sa bene quanto amiamo e rispettiamo questo paese, non...

LEGGI L'ARTICOLO

Se voleste fare un viaggio in Kenya, potreste trovarvi al cospetto del Kilimanjaro, la più alta montagna...

LEGGI LE PAROLE DI FREDDIE