Ultime notizie

NEWS

Arte per combattere l'estremismo islamico a Lamu

Funzionano i programmi di teatro, poesia e danza per i giovani disagiati

06-02-2022 di redazione

L’arte come modalità per combattere la radicalizzazione, nella culla keniana dell’islam.
La nuova ondata di attentati terroristici nelle regioni al confine con la Somalia e gli effetti negativi sull’economia dell’arcipelago di Lamu, che per buona parte significa turismo, è un fattore preoccupante, anche perché tra i giovani crescono il disagio e la ribellione, con la poca fiducia nelle istituzioni a far loro brillare idee malsane, magari fomentate da “cattivi maestri” locali.
Per questo gli agenti in Kenya di Al Shabaab sanno che possono attingere dalle nuove generazioni e reclutare soldati per la loro crociata che di religioso ormai ha solo le sembianze ma che è una guerra economica di chi vuole una fetta di torte che altri nel corridoio che dal porto di Lamu arriva all’Etiopia e viaggia lungo il confine con la Somalia si stanno già spartendo. Oleodotti, autostrade oltre alle delimitazioni marittime.
Così un gruppo formato da oltre cento artisti, denominato “Lamu Arts Theatre Alliance” (LATA) attraverso l’insegnamento e la condivisione di varie discipline artistiche, oltre agli abusi di droghem alla prostituzione minorile ed altre derive dei giovani dell’isola, cercano di combattere la radicalizzazione e l’estremismo islamico che spesso sfocia in atti violenti e nella cultura dell’odio.
Sono poeti, attori, ballerini, cantanti, pittori e scultori, creativi di ogni genere che portano nel gruppo un messaggio di pace e condivisione, indipendentemente dalla religione o dalla provenienza in un paese in cui il tribalismo è ancora molto radicato.
Grande importanza nella LATA ha la letteratura popolare che a Lamu è già celebrata con letture e gare di poesia in rima durante il famoso festival annuale della cultura.
Per i giovanissimi oltre alla poesia e alla prosa orale, l’attrazione sono giochi, spettacoli di acrobati e canzoni che dalla tradizione arrivano a sound più moderni.
Spesso i temi riconducono alla demonizzazione della droga e alla cultura della commistione tra popoli e religioni.
"Il nostro pubblico di riferimento è principalmente costituito da giovani che sono influenzati negativamente dalla radicalizzazione e dall'abuso di droghe – ha spiegato il presidente di LATA, Said Hassan - Formuliamo le nostre canzoni e danze con messaggi attentamente elaborati per intrattenere, educare e dissuadere".
Altra novità importante, il gruppo è costituito per un terzo da donne ed anche grazie a loro è stato in grado di raggiungere i giovani che spesso ascoltano più la saggezza delle madri, con cui passano più tempo a casa. Ma LATA è stato in grado allo stesso tempo di coinvolgere funzionari del governo, leader politici e religiosi, così come altre associazioni e rappresentanti delle comunità locali per portare un messaggio positivo.
"I nostri spettacoli portano per lo più messaggi contro il terrorismo, parlano di droga e altre questioni sociali come gravidanze precoci, mutilazione genitale femminile e così via – ha aggiunto Hassan - Stiamo onorando al meglio il nostro mandato e siamo orgogliosi di poter mostrare i progressi fatti", ha detto.
Non è difficile entrare in contatto con LATA, il cui quartier generale e nel centro della città vecchia di Lamu ed ormai è conosciuto da tutti come un isola felice di creatività e di speranza.

TAGS: lamu kenyaarte kenyatradizioni kenyaislam kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Lamu sempre più cuore pulsante dell'arte e della cultura in Kenya.
L'arcipelago a nord della...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Niente più matrimoni tra uomini adulti e ragazzine minorenni in Kenya.
La tendenza ...

LEGGI L'ARTICOLO

Una giornata intera, dal pomeriggio fino a notte fonda, per mostrare a Malindi lo spirito artistico di molti giovani e la creatività locale.
La prima edizione di quest'anno di "Malindi International Art Extravaganza" si terrà a partire dalle 3 del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un evento unico che unisce la cultura della costa keniota, quella dell'etnia Mijikenda, all'arte e alle culture di tutto il mondo, attraverso i veicoli imprescindibili della musica, delle parole e dell'arte visiva. Tutto insieme in una serata dal titolo "La...

LEGGI TUTTO

Dopo trentacinque anni la storia dei "vigango", i simulacri della tradizione Mijikenda, trafugati e...

LEGGI L'ARTICOLO

Una tavola rotonda di artisti ed esperti a Nairobi, grazie all'Italia, per la Giornata dell'Arte Contemporanea.
In occasione del Contemporary Art Day 2018, mercoledi 7 novembre, l'Ambasciata d'Italia a Nairobi ha organizzato presso il dipartimento di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una due giorni per celebrare la cultura e le tradizioni della costa keniana.
Il "Coastal Cultural Festival" si terrà all'Ocean Beach Resort da venerdì 21 a sabato 22 dicembre, tutto il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E’ una settimana speciale per gli islamici della costa keniana che nel loro essere moderati...

LEGGI L'ARTICOLO

La cucina Habesha dell’Etiopia è un vero e proprio viaggio sensoriale, che ...

LEGGI L'ARTICOLO

Genova come Mombasa? Non è una provocazione e nemmeno una similitudine troppo azzardata, specie se...

LEGGI L'ARTICOLO

Anche per la serata di Ferragosto, oltre al sabato sera, la cena al Baby Marrow sarà ingentilita dalla bella voce della cantante keniana Linah, con le sue interpretazioni di classici soft internazionali.
Nel locale di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Lui si chiama Michael Soi, ha 47 anni e da oltre venti è considerato uno dei più innovativi, geniali e ...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LA GALLERY

Trovate antichissime opere d'arte su un'isola del Lago Vittoria. L'archeologo inglese David...

LEGGI L'ARTICOLO

Una lunga malattia che non dava speranza, ma un animo indomito che fino alla fine ha pensato all'arte e alla sua amata Africa.
Isaia Mabellini, universalmente conosciuto come Sarenco, è stato molto più di un mecenate, più di un eclettico...

LEGGI TUTTO IL RICORDO E GUARDA LE FOTO

Molto spesso tocca a poeti e cantanti portare alla luce i cambiamenti, il decadimento morale e la perdita della propria indentità.
Quando, come nel caso della costa keniana...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA IL VIDEO

Osteria Bar Restaurant e Gelateria è uno dei due locali del marchio "Osteria" a Malindi.
Aperto nel...

LEGGI TUTTA LA SCHEDA