Ultime notizie

NEWS

Kenya: obbligo nuove targhe entro 18 mesi per veicoli e moto

Entrano in vigore le targhe digitali, motivi e costi

05-09-2022 di redazione

Tutti i proprietari di automobili e di motocicli in Kenya, anche i non residenti, hanno 18 mesi di tempo per convertire le loro targhe con le nuove targhe digitali disposte dal Ministero degli Interni.
La decisione è maturata dopo un lunghissimo iter parlamentare, prolungato anche dall’opposizione delle aziende che dal 2013 si sono rivolte all’Alta Corte del Kenya per non perdere gli appalti precedenti della stampa delle placche identificative dei veicoli utilizzate fino ad ora.
Alla fine il Governo, che ha sempre ritenuto le nuove targhe digitali uno strumento importante per l’identificazione dei proprietari dei veicoli e per l’impossibilità di clonarle o di produrre targhe per usi non legali, ha vinto la battaglia e ha potuto attivare il processo per il quale saranno le istituzioni stesse a produrre e distribuire le nuove targhe.

L'attuale sistema, come hanno specificato i media nazionali nei giorni scorsi, è soggetto ad abusi da parte di criminali e commercianti di auto senza scrupoli che utilizzano un unico documento di immatricolazione per diverse auto e dirottano i veicoli in transito verso i Paesi limitrofi verso il mercato locale senza pagare il dazio.
“La sentenza del tribunale ci impedisce solo di assegnare una gara d'appalto a una società che produca le targhe per nostro conto, come era nei piani da sempre, ma non ci impedisce di farlo noi stessi", ha dichiarato un alto funzionario della sicurezza a condizione di anonimato, per poter discutere liberamente della questione, ancora pendente in tribunale. Gli automobilisti hanno i prossimi 18 mesi per acquistare le nuove targhe al costo di 3.000 scellini per veicolo. Il nuovo piano consente ai contribuenti di risparmiare miliardi di scellini che il governo avrebbe pagato agli appaltatori.

Le nuove targhe avranno caratteristiche anticontraffazione che includono ologrammi, filigrane e marcatori laser. Faranno parte di un sistema di sicurezza più ampio che comprende patenti di guida di nuova generazione e un sistema di gestione integrata dei trasporti (TIMS) utilizzato per gestire l'acquisizione e il trasferimento dei veicoli.

Questo sistema non solo controllerà la doppia registrazione dei veicoli, ma renderà anche facile per le agenzie di sicurezza ottenere, sul posto, tutti i dettagli necessari su qualsiasi veicolo attraverso un collegamento a un database governativo centrale gestito dal National Intelligence Service.

Semplicemente scansionando una targa con un dispositivo digitale portatile, le forze dell'ordine, le compagnie assicurative e la Kenya Revenue Authority (KRA) otterranno istantaneamente il nome del proprietario del veicolo, il numero di immatricolazione, i numeri di motore e di telaio e la storia dei precedenti proprietari.

L’ufficio delle statistiche del Kenya KNBS calcola che in Kenya attualmente stiano circolando poco meno di 5 milioni di veicoli e nel solo 2021 ne siano stati importati 126 mila, con un aumento annuo costante di circa il 14%, dal 2015 ad oggi.

“L’Autorità nazionale per i trasporti e la sicurezza NTSA inviterà i kenioti a cambiare le targhe, sarà quindi obbligatorio farlo entro questi 18 mesi - ha dichiarato il ministro dei trasporti Joe Mucheru durante il lancio delle nuove targhe – la decisione fa parte delle riforme avviate dal presidente Uhuru Kenyatta”.

Le nuove targhe digitali, entro la fine del 2023 dovranno essere quindi esposte su tutti i veicoli, i rimorchi, i trattori, i macchinari mobili pesanti e le motociclette immatricolate in Kenya.

TAGS: automobilimotociclettetarghentsaveicoli

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

La National Transport Security Authority del Kenya (NTSA) ha negato con una nota ufficiale apparsa sul quotidiano nazionale Standard, di aver inviato messaggi che avvertivano i possessori di patenti keniane di registrarle assolutamente online entro il 31 dicembre, pena il...

LEGGI TUTTO

Una grande svolta nel sistema dei trasporti in Kenya. Da maggio, secondo quanto ha annunciato la National Transpor and Safety Authority (NTSA) ovvero la "motorizzazione civile" del Kenya, la patente di guida diventa digitale.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' stata rimandata l'applicazione della cosiddetta "Terza Licenza" per le automobili immatricolate in Kenya, la cui seconda fase avrebbe dovuto entrare in vigore da oggi. Lo ha deciso la National Transport and Safety Authority del Kenya (la loro Motorizzazione Civile)...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'ente nazionale della viabilità del Kenya (NTSA) ha deciso con effetto immediato di vietare in tutto il Paese il trasporto pubblico dalle 7 di sera alle 6 del mattino.
Una decisione maturata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Ministro del Commercio e dell’Industria del Kenya, Peter Munya, ha annunciato che tutti i dipendenti del Governo non potranno più...

LEGGI L'ARTICOLO

Entro il 31 dicembre tutti i cittadini e residenti kenioti, e anche i villeggianti stranieri che hanno la patente keniota, dovranno registrarla online sul sito di ecitizen. Altrimenti la patente di guida non sarà più considerata valida e bisognerà fare...

LEGGI TUTTO

Dopo Nairobi, Mombasa e Kisumu, anche Malindi e Watamu possono beneficiare della app per i taxi low-cost Uber, che ha ormai preso piede anche nel Continente africano.
Dopo ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La casa automobilistica francese Peugeot ha iniziato l'assemblaggio in Kenya dei suoi veicoli presso la sede di Thika della Kenya Vehicle Manufacturers (KVM). Peugeot è di fatto la più recente multinazionale che produrrà veicoli nello stabilimento vicino a...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un sorpasso azzardato da parte di un tir in un tratto con striscia continua e scarsa visibilità, l’impatto violentissimo...

LEGGI L'ARTICOLO

Nuove tasse e regole obbligatorie per i piccoli trasporti pubblici in Kenya.
Lo...

LEGGI L'ARTICOLO

Le forti piogge che da questa mattina stanno cadendo incessantemente sulla regione di Kilifi hanno causato grossi problemi al ponte di Mbogolo, sulla strada statale Malindi-Mombasa dopo il capoluogo di Contea. 
Il ponte è rimasto sommerso dall'acqua del piccolo fiume che vi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da qualche giorno in Kenya è stato dato un "giro di vite" per l'applicazione del codice della strada, che spesso viene dimenticato sia da chi dovrebbe rispettarlo, sia da chi dovrebbe essere preposto a farlo rispettare.
Il numero...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A Nairobi arrivano i taxi elettrici finlandesi per combattere l’inquinamento e ridurre...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya è la nazione africana più innovativa a livello tecnologico, le sue start-up sono le ...

LEGGI L'ARTICOLO

I lavori per l'adeguamento dell'Aeroporto Internazionale di Malindi proseguono (quasi) secondo i tempi prestabiliti. Nei giorni scorsi è stata approvata la finitura del cosiddetto "apron" (strano nome per un allargamento aeroportuale, potremmo tradurlo con "accappatoio") che servirà per le manovre...

LEGGI TUTTO

Malindi, come annunciato da malindikenya.net la scorsa settimana...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO