Ultime notizie

NEWS

La variante sudafricana preoccupa il Kenya

Stato d'allerta, i possibili scenari per gli italiani

27-11-2021 di redazione

Kenya in stato d’allerta per la variante sudafricana.
Dopo la certificazione della nuova variante del coronavirus scoperta nei paesi dell’Africa australe,
il Governo keniano ha annunciato che pur non chiudendo per adesso i corridoi con il Sudafrica e gli altri sei Paesi ritenuti focolai di questa nuova evoluzione del virus che pare essere molto contagiosa e resistente ai vaccini in commercio, eseguirà dei particolari screening in entrata e in uscita a tutti i passeggeri che si muovono sull’asse con Namibia, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Eswatini e anche con lo stato asiatico di Hong Kong. Per loro in entrata viene riattivato l’obbligo di quarantena.
Tutto questo per prevenire anche il pericolo di essere considerato uno degli stati africani a rischio e mettere in pericolo i viaggi con le nazioni occidentali che sono tuttora aperte al Kenya e viceversa.
“Il traffico aereo di passeggeri tra il Kenya e il Sudafrica è significativo e quindi il potenziale di introduzione della variante del virus è una minaccia reale – ha detto il direttore operativo della sanità nazionale Patrick Amoth - questo può, tuttavia, essere già mitigato dalle misure prese in Sudafrica per controllare i tassi di trasmissione. Quindi ci saranno maggiori controlli in uscita e un efficace screening in entrata in Kenya in tutti i punti di ingresso utilizzati dai passeggeri provenienti dai paesi colpiti”.
Intanto si attendono prese di posizione ed eventuali direttive dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Per quanto riguarda i viaggi dall’Europa e di conseguenza anche dall’Italia, il presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen è stata chiara: si chiuderà il traffico aereo a tutti i paesi che avranno casi di variante sudafricana, fino a quando non sarà certa l’incidenza o meno dei vaccini esistenti sul virus B.1.1.529.
Quali i rischi per gli italiani in Kenya?
I più temuti sono quelli di veder bloccati i voli di rientro, ovviamente non subito ma eventualmente dopo un periodo in cui presumibilmente verrà prolungata la quarantena in entrata e verranno eseguiti tamponi in arrivo e successivamente, anche ai possessori di Green Pass.
Uno scenario che speriamo di non dover vedere applicato ma che già sta portando nelle ultime ore a rinunce da parte di chi stava pensando di trascorrere le vacanze di Natale in Kenya, avendone le possibilità da non semplice turista.
La situazione è in chiara evoluzione ma i controlli da e per l’Africa saranno sicuramente rafforzati anche in partenza dall’Italia, specialmente per chi non ha motivi validi per affrontare il viaggio in un paese che, in quanto a ridosso di quelli che detengono la variante, non viene catalogato come "sicuro".
Attendiamo gli sviluppi e speriamo che il Kenya, come avvenuto già in passato con altre varianti e come sta accadendo con le versioni “base” del Covid-19, riesca ad essere esente.
Ma per esperienza sappiamo anche che quando si parla di continente africano, si tende a fare di tutta l’erba un fascio.

TAGS: variante kenyaviaggi kenyachiusura kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Era praticamente inevitabile: sono arrivati anche in Kenya i primi casi di variante

LEGGI L'ARTICOLO

Il governo keniano per adesso non chiuderà i voli internazionali verso i paesi in cui è attiva...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya ha deciso: tutti i visitatori stranieri, ma anche i keniani che vivono all'estero che entreranno in...

LEGGI L'ARTICOLO

E’ arrivata anche in Kenya la variante indiana del Covid-19.
Si sperava...

LEGGI L'ARTICOLO

I vicini di casa del Kenya annunciano nove casi di variante Omicron del Covid-19 nella...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya ha superato la somministrazione di 1 milione e 500 mila dosi di vaccino, di cui circa 1...

LEGGI L'ARTICOLO

Sono ancora quaranta le nazioni che non accettano cittadini keniani nel loro territorio, tre rispetto allo...

LEGGI L'ARTICOLO

Lo stop ai viaggi da Nairobi verso la costa ha convinto uno dei locali di Malindi che ultimamente...

LEGGI L'ARTICOLO

Weekend lungo con qualche disagio per gli automobilisti nella capitale Nairobi per la chiusura della...

LEGGI L'ARTICOLO

Ogni giorno duecento stranieri contagiati in Kenya, anche se quasi tutti asintomatici (ma ci sono ancora...

LEGGI L'ARTICOLO

Ancora quarantotto ore, forse meno, per capire quali saranno (e se ci saranno) i cambiamenti nel...

LEGGI L'ARTICOLO

Anche il Kenya sta pensando di attivare le procedure per offrire ai cittadini che la richiedessero...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya torna ad essere un Paese più sicuro, in ottica Covid-19, per le due Nazioni che più di tutte...

LEGGI L'ARTICOLO

Domenica mattina appare su malindikenya.net un articolo che ne annuncia la chiusura: "niente è per sempre", con la foto del direttore Freddie del Curatolo che saluta tutti. L'articolo viene rimosso alle 9 ma già decine di lettori inviano mail e...

Appena aumentano di numero i tamponi effettuati, fatalmente anche le percentuali dei...

LEGGI L'ARTICOLO

Sorpresa: a pochi giorni dalla chiusura dei battenti, con le saracinesche abbassate ed un eloquente cartello della proprietà del Centro Commerciale Oasis, il supermercato Nakumatt ha riaperto.
Nelle spiegazioni della...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO