Ultime notizie

INFO

Occhio alla nuova truffa sui numeri Safaricom

Blocca whatsapp e ripulisce mpesa: ecco come

16-11-2022 di redazione

Attenzione! In Kenya sta prendendo piede una nuova truffa via telefonino per chi usa l’operatore Safaricom che può clonare l’account di whatsapp e renderlo inutilizzabile per almeno 7 giorni e, se ben orchestrato, entrare nel servizio di trasferimento di denaro “Mpesa”.
Si tratta di una frode che, oltre a cercare di ripulire dei soldi che si trovano sul cellulare, prende più dati possibili mano a mano che restate al telefono.

La truffa è certamente orchestrata da persone che hanno accesso ai terminali dell’azienda di telefonia mobile più diffusa del Kenya. Questo è lo svolgimento della chiamata fraudolenta, rilevato attraverso più testimonianze dei giorni scorsi.

Il finto operatore di Safaricom chiama da un numero che inizia con 020, che è il prefisso di Nairobi.
Vi dice che chiama da Safaricom e vi chiede se rispondente al nome del proprietario della sim card.
Quindi se siete voi il proprietario, pronuncerà il vostro nome ed è probabile che abbia anche qualche altro vostro dato. Questo vi farà pensare che sia proprio un dipendente dell’azienda di telefonia mobile di cui avete il numero.
A questo punto arriva il motivo della telefonata. Il truffatore vi dice che il vostro numero di telefono potrebbe essere disconnesso perché sembra appartenere ad un’altra persona.
Recentemente le compagnie di telefonia mobile hanno dovuto richiedere ai propri clienti una nuova registrazione dei numeri di telefono, con nuova verifica di documenti d’identità, per un decreto governativo nell’ambito della sicurezza nazionale.
Quindi la risposta viene spontanea “io sono in regola, ho fatto la nuova registrazione”.
Ma il finto operatore spiega che ci deve essere un altro problema, e per dimostrare che è vero e se non risponde a determinate domande disconnetterà la vostra linea, invia un sms mentre siete al telefono e vi chiede di verificarlo. Sms che arriva con la dicitura SAFARICOM e non da un numero normale.
Quindi viene naturale pensare che la persona con cui dialogate stia effettivamente lavorando per voi.

A questo punto il truffatore vi farà alcune domande sulle ultime telefonate ricevute e sulle ultime transazioni Mpesa fatte. Cerca di prendere tempo per rubarvi più dati possibili e allo stesso tempo vuole vedere se ci state cascando in pieno, tanto da arrivare a mandargli il codice pin di Mpesa e quello di Whatsapp.
Badate che se il PIN di Mpesa non viene dato (e in ogni caso Safaricom conferma che il PIN non c’entra nulla con l’identificazione di un numero e del suo legittimo proprietario) comunque il truffatore potrebbe avere clonato la SIM CARD e quindi appena terminata la telefonata è consigliabile cambiarlo immediatamente, al pari di tutti gli altri codici e password presenti nel telefono e associati al numero.

Il caso di Whatsapp è diverso, perché durante la telefonata potrà arrivarvi un messaggio direttamente dal servizio di messaggistica istantanea e chiamate gratuite, che vi dice che un altro numero di telefono è entrato nelle vostre chat e nella rubrica. Ormai è troppo tardi, vi hanno clonato come minimo whatsapp ma se siete stati abbastanza al telefono anche la sim card. A questo punto per verificare, conviene comunque andare in un centro safaricom, perché spesso il servizio clienti telefonico della compagnia non è preciso e a volte poco affidabile.

A questo punto, dopo aver cambiato il pin di Mpesa e quelli di tutti i servizi riconducibili al vostro numero, dovete mandare un messaggio al numero 333 di Safaricom con il numero di telefono da cui vi hanno chiamato. Arriva una risposta automatica che chiedono se avete perso soldi, chiedono di reinserire il numero di telefono, chiedono se siete andati a denunciarlo in polizia e se avete altro da dire.

E RICORDATE: SAFARICOM CHIAMA SOLO DAL NUMERO 0722000000

TAGS: truffesim cardfroditelefoniasafaricommpesawhatsapp

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

La recente manovra finanziaria del Governo del Kenya per recuperare parte dei prestiti richiesti alla Banca Mondiale e a privatamente ad alcuni Paesi come la...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un giorno di disagi dell'operatore telefonico keniano Safaricom (affiliato Vodafone) hanno mandato in crisi l'intero Paese, soprattutto per quanto riguarda il blocco delle transazioni di pagamento Mpesa, il metodo più utilizzato dai kenioti per inviare e ricevere soldi e per...

Sono già più di cento i connazionali che hanno subito un danno dai finti operatori della compagnia di telefonia...

LEGGI L'ARTICOLO

Da venerdì le SIM card, ovvero le schede telefoniche keniane che non sono state registrate una...

LEGGI L'ARTICOLO

Tempi di Covid, di ristrettezze economiche, di coprifuoco in Kenya dove c’è chi cerca di inventarsi maniere...

LEGGI L'ARTICOLO

Mpesa e gli altri servizi di pagamento collegati con l'utilizzo della telefonia mobile fanno registrare un vertiginoso aumento nel 2017, rispetto all'anno precedente.
Secondo i dati trasmessi dall'Autorità per le Comunicazioni del Kenya, i soldi inviati via telefonini e quelli...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ultimamente centinaia di clienti delle compagnie telefoniche mobili keniane Safaricom e Telkom (ex Orange) hanno riscontrato strani squilli di chiamata da numeri recanti prefissi stranieri.
L'Autorità Nazionale delle Comunicazioni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Come ci si aspettava e noi stessi di malindikenya.net avevamo dato per possibile, l'Autorità per le...

LEGGI L'ARTICOLO

Da ormai una settimana sono stati segnalati alla nostra redazione moltissimi casi di impossibilità di...

LEGGI L'ARTICOLO

Dalle code per la benzina a quelle per le schede telefoniche.
E’ un Kenya in fila per ore...

LEGGI L'ARTICOLO

Mpesa è un servizio utile e geniale, inventato dalla compagnia telefonica keniana Safaricom per permettere a chiunque di girare senza contanti e prelevare o inviare scellini con una semplice digitazione del proprio telefono cellulare.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

MPESA, il rivoluzionario servizio inventato in Kenya da Safaricom compie dieci anni e decide per la prima volta di operare un "upgrade" importante, per migliorare il servizio e renderlo più moderno ed accessibile a qualsiasi forma di pagamento in maniera facile...

LEGGI TUTTO

La voglia sfrenata di questo Paese di tecnologicizzarsi e allo stesso tempo di limitare il grande cancro della corruzione, rischia spesso di causare contrattempi a chi ci lavora e chi lo promuove.
Oggi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Vi avevamo già avvisato della nuova iniziativa di registrazione digitale di cittadini keniani e residenti stranieri nel ...

LEGGI L'ARTICOLO

Come abbiamo già annunciato, i 34 mila lavoratori stranieri in regola in Kenya hanno tempo fino al 21 luglio per presentarsi negli uffici dell'Immigration di Nairobi per il processo di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo Kilifi e Watamu, arrivano anche a Malindi i cavi delle fibre ottiche per la connessione superveloce a internet di tutte le compagnie. 
Ieri mattina gli operai della società "Faiba" erano al lavoro, scavando a partire dall'ufficio della Orange, di...

LEGGI TUTTO