Ultime notizie

NEWS

Ricevute fiscali Kenya, proroga di 2 mesi sui nuovi sistemi

Il KRA ha dato tempo fino al 30 settembre per adeguarsi

03-08-2022 di redazione

Dopo le proteste della Kenya Private Sector Alliance (KEPSA) e l'evidenza della disponibilità ridotta di nuove macchine ETR, la Kenya Revenue Authority ha prorogato di due mesi, fino al 30 settembre, la transizione dei contribuenti iscritti alla VAT dai vecchi registri fiscali al sistema di gestione elettronica in tempo reale delle fatture fiscali.
La proroga fa seguito a un incontro con le parti interessate, tenutosi lunedì 1 agosto nell'ufficio delle entrare di Nairobi.
Dall'incontro è emerso anche che non si potevano chiedere costi di adeguamento ben precisi perché il regolamento VAT riguardo alle fatture elettroniche stilato nel 2020 non forniva dettagli in merito.
Il mese scorso, la KRA ha avvisato il pubblico e tutti i contribuenti della scadenza del 31 luglio per adeguarsi ed ottenere le nuove macchinette o, per chi avesse già quelle predisposte all'upgrade, di dotarle al nuovo sistema. La multa per chi non si fosse premunito, a partire dal 1 agosto sarebbe stata di un milione di scellini o in alternativa, 3 anni di reclusione con l'accusa di tentata evasione fiscale. Sebbene molte aziende per adeguarsi entro i tempi abbiano affrontato costi maggiori di quanto era stato loro prospettato, in molte hanno cercato di rispettarli, ma ad un certo punto la disponibilità di macchinette ETR è terminata.
Con il nuovo sistema, il fisco riceverà quotidianamente i dati delle vendite e delle fatture da tutte le imprese e i commercianti registrati sul suo sistema digitale, iTax. La mossa mira a ridurre al minimo le frodi fiscali e ad aumentare il gettito. Il KRA in questo modo prevede infatti di aumentare le riscossioni della VAT al 35%.

TAGS: tassescontriniVATfisco

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Mancano solo 4 giorni alla rivoluzione degli scontrini fiscali in Kenya.
Dal...

LEGGI L'ARTICOLO

La Safaricom di Malindi cambia la sede del negozio principale al pubblico. Da ieri la principale compagnia telefonica del Kenya ha trasferito le sue vetrine e i suoi sportelli dal negozio (ormai diventato troppo piccolo) in Kenyatta Road (cento metri...

In Kenya succede anche questo: il capo nazionale dell’Ufficio delle Tasse, la ...

LEGGI L'ARTICOLO

Aveva fatto scalpore, in periodo di pandemia, la decisione del Governo di aggiungere al peso fiscale...

LEGGI L'ARTICOLO

Per essere in regola nell'ospitare a pagamento turisti nella propria casa in Kenya, o per affittarla a terzi, bisogna OBBLIGATORIAMENTE seguire questo iter:

LEGGI QUI L'ITER DA SEGUIRE

La Kenya Revenue Authority, ufficio delle tasse del Kenya, ha annunciato un ultimatum di 30 giorni...

LEGGI L'ARTICOLO

Ha ancora molti contorni oscuri, la vicenda che vede protagonista il nostro connazionale Mario Mele, cinquantaseienne di Nuoro, residente a Malindi da ormai sei anni. Dopo il blitz nel suo locale, il Mario's (ex Pata Pata) all'interno del centro commerciale Oasis...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'ufficio della Tourism Regulatory Authority di Malindi ci ha chiesto di diffondere la lista dei Bed & Breakfast, Boutique Hotel, case private o appartamenti che affittano tramite internet.
Le autorità...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si stringe la morsa dell'ufficio imposte keniano su chi affitta case, ville e appartamenti...

LEGGI L'ARTICOLO

L’autunno porta sempre in dono i malanni non curati nella stagione precedente e affievoliti...

LEGGI L'ARTICOLO

I genitori degli alunni keniani stanno sollevando preoccupazioni circa la ripresa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sono 13 i miliardi di scellini stanziati dalla Contea di Kilifi con la nuova finanziaria, approvata nei giorni scorsi dall'Assemblea del Parlamento regionale.
Grazie agli...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tredici grandi catene alberghiere apriranno nei prossimi cinque anni in Kenya.
Secondo un rapporto di “Hotel Outlook”, pubblicato dall’agenzia di consulenza PwC, entro il 2021 il Paese, e soprattutto Nairobi, disporrà di 2400 nuove camere.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Anche l’Italia, come altri mercati Europei, possono risentire della querelle sull’esportazione delle ...

LEGGI L'ARTICOLO

Un importante incontro tra i vertici nazionali e locali dei due organismi del Ministero del Turismo keniano che si occupano di tasse e licenze legate all'hospitality.
Sul piatto...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un giorno di disagi dell'operatore telefonico keniano Safaricom (affiliato Vodafone) hanno mandato in crisi l'intero Paese, soprattutto per quanto riguarda il blocco delle transazioni di pagamento Mpesa, il metodo più utilizzato dai kenioti per inviare e ricevere soldi e per...