Ultime notizie

VIAGGI

Tampone in uscita dal Kenya: perchè bisogna farlo

Aumentano i controlli. Italiani respinti prima del check-in

02-03-2021 di Freddie del Curatolo

Noi lo raccomandiamo ormai da mesi, nonostante diversi connazionali continuino a portare le loro testimonianze, specialmente a mezzo social, sul fatto che siano riusciti a partire ugualmente: conviene fare il tampone PCR anche in uscita dal Kenya, e farlo in uno dei laboratori convenzionati con Africa CDC, l’ente continentale che ha creato un sistema di sicurezza per evitare il rilascio di risultati fittizi degli stessi tamponi.
Nonostante le direttive del Kenya non siano ancora chiarissime (ma non è una novità, purtroppo) e tra i Paesi internazionali che hanno condiviso il codice “Trusted Travel” non risulti ancora l’Italia (se accedete al portale Panabios troverete il nostri Paese nella lista delle destinazioni ma sarà impossibile procedere con la richiesta delle restrizioni in vigore tra i due Stati), sta accadendo che a Nairobi e in parte anche a Mombasa, ancora prima di accedere al check-in della compagnia aerea, venga chiesto il tampone.
Questo va in conflitto anche con l’ultimo aggiornamento del sito Viaggiare Sicuri del nostro Ministero degli Affari Esteri, che in data 20 febbraio 2021 segnalava che l’obbligo del tampone è vincolato alla decisione delle singole compagnie aeree.
Purtroppo non si può far valere questo comunicato in Kenya come prova della propria buonafede e se si riesce a passare al primo controllo ed accedere al check-in, sarà stato solo per una carenza nei controlli da parte del personale aeroportuale.
Così nei giorni scorsi sono aumentate le segnalazioni di passeggeri italiani che si sono visti respinti nei due aeroporti internazionali per mancanza del tampone. A poco sono valse le spiegazioni sul fatto che la loro compagnia aerea non avesse dato loro l'obbligatorietà del certificato.
Quindi per l’ennesima volta raccomandiamo a chi deve tornare dal Kenya in Italia di premunirsi di tampone effettuato non più tardi di 72 ore prima della partenza, onde evitare brutte sorprese.
A breve l’Italia dovrebbe comunque essere inserita ufficialmente tra i Paesi che hanno sottoscritto la convenzione sui tamponi sicuri, come è giusto che sia, e questo dovrebbe eliminare qualsiasi dubbio.
Ma già ora non ce ne dovrebbero essere. Per un argomento così delicato, il tampone in entrata e in uscita da ogni Paese dovrebbe essere un atto dovuto, non assoluto ma comunque già abbastanza indicativo, per rispetto dei viaggiatori e del personale che lavora sugli aerei.
Come sempre, saremo in grado di fornirvi presto aggiornamenti confutati e quanto più aderenti alla realtà che come ben sapete è mutevole e può portare con sé incoerenze ed imprevisti, spesso anche comprensibili.

TAGS: tampone kenyarestrizioni kenyauscita kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Il Governo del Kenya ha annunciato questa mattina alcune restrizioni sugli ingressi di viaggiatori in Kenya ...

LEGGI L'ARTICOLO

Per gli spostamenti tra Italia e Kenya, ove non ci siano obblighi nei transiti aeroportuali da...

LEGGI L'ARTICOLO

Non si attendevano grosse novità per i viaggi all’estero oltre Europa nel nuovo DPCM presentato dal ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya si premunisce con nuove restrizioni per viaggiatori provenienti dal...

LEGGI L'ARTICOLO

Il TT code (codice di sicurezza dei viaggiatori) è un sistema implementato dall’Unione ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Kenya ha deciso di chiudere tutte le frontiere via terra con Tanzania e Somalia.
La ...

LEGGI L'ARTICOLO

All’indomani del discorso alla Nazione del Presidente Uhuru Kenyatta, in cui ha annunciato il prolungamento...

LEGGI L'ARTICOLO

Nel giorno della riapertura ai viaggiatori internazionali, il Kenya ha registrato 723 casi positivi ...

LEGGI L'ARTICOLO

I medici del Kenya hanno chiesto formalmente al Presidente Kenyatta di chiudere le Contee in ...

LEGGI L'ARTICOLO

Mai come in questo periodo c’è bisogno di chiarezza.
Siamo bombardati...

LEGGI L'ARTICOLO

Meglio restare chiusi in casa almeno fino al lunedì dell’Angelo, o dover stare chiusi in casa per i quattordici...

LEGGI L'ARTICOLO

Un altro giorno senza morti per Covid-19 in un Kenya che poco a poco sta...

LEGGI L'ARTICOLO

Anche il Kenya come l’Italia e molti altri Paesi del mondo, si sta muovendo per ordinare un...

LEGGI L'ARTICOLO

L’aumento progressivo, anche se fortunatamente lento, dei casi di positività al virus Covid-19 in ...

LEGGI L'ARTICOLO

Altri trenta giorni di coprifuoco in Kenya dalle 21 alle 4 del mattini, con la sola variante che i ...

LEGGI L'ARTICOLO

Giro di vite sui controlli dall’Italia per chi si reca all’estero nei Paesi extraeuropei.
Durante...

LEGGI L'ARTICOLO