Ambiente

AMBIENTE

Disinfestare e cuocere sano, in Kenya si può

Dal giacinto del lago Vittoria si ottiene biogas

02-08-2021 di Leni Frau

Liberare i laghi da una pianta infestante che limita la riproduzione dei pesci e allo stesso tempo creare biocarburante per limitare l’uso del carbone nelle cucine delle aree rurali.
Ecco un’iniziativa keniana che salvaguarda allo stesso tempo l’ambiente, il commercio e la salute delle famiglie.
La società di tecnologia energetica Biogas International, in collaborazione con l’istituto per la sostenibilità dell’Università di Cambridge, ha dato via all’interessante progetto per consentire alle famiglie di Kisumu e dintorni di passare dal bruciare la legna e usare il carbone al biogas derivato dal giacinto per cucinare.
Le prove sono state condotte su cinquanta nuclei familiari a cui sono state donate altrettante stufe che si alimentano con la pianta infestante che ricopre buona parte del lago Vittoria.
Il giacinto viene raschiato dal lago, asciugato e pressato con metodi simili a quelli del compattamento dei rifiuti, e poi trasformati in briquette che bruciano e riscaldano i cibi come il carbone, ma senza emettere fumo né odore e, secondo l’azienda, più velocemente.
Questo non solo potrà ripulire il lago che è affetto dall’estinzione dei pesci nobili d’acqua dolce che da secoli vengono commercializzati e mangiati, ma ridurre il disboscamento delle foreste equatoriali e migliorare la salute di anziani e bambini che respirano il fumo dei “jiko”, i tradizionali fornelli a carbone, spesso all’interno delle loro capanne o case. In più l’abbondanza di piante acquatiche aumenta il numero delle zanzare, trasformando le rive del lago in paludi dove non solo le anofele ma anche altri insetti possono trovare il loro habitat.
Il problema è che le stufe, al costo attuale (circa 600 dollari) non solo accessibili alla maggior parte della popolazione, quindi ci sarà bisogno di sponsor e donazioni per poter attuare un programma di rateizzazione a lungo termine. D’altronde a fronte della spesa iniziale, oltre a migliorare la salute, il costo del “giacinto per cucinare” è decisamente inferiore a quello del carbone ed evita il rischio di essere sanzionati per l’eventuale abbattimento di piante.

TAGS: giacinto kenyalago vittoriaambiente kenyabiogas kenya

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Il piccolo e meraviglioso lago Kamnarok è a rischio prosciugamento e i coccodrilli sono i ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nel dialetto dei Luo significa “il villaggio affondato”, il “Simi Nyaima” è un piccolo meraviglioso lago ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

La mancanza del turismo in Kenya fortunatamente non fa solo danni, specialmente...

LEGGI L'ARTICOLO

Tra un paio d'anni si potrà viaggiare con la ferrovia veloce SGR da Mombasa fino alla più...

LEGGI L'ARTICOLO

Il parco del Lago Jipe, al confine tra Kenya e Tanzania, ma raggiungibile anche dalla strada oggi asfaltata che porta da Voi a Taveta, è...

LEGGI L'ARTICOLO

Chi viaggia in Kenya ed è solito girare per mercati o quartieri popolari, avrà...

LEGGI L'ARTICOLO

La scoperta è stata fatta due anni fa sulle rive del Lago Vittoria in Kenya e da allora gli studiosi dell'Università di Archeologia dell'Ohio hanno portato avanti una ricerca che ha permesso di accertare senza alcun dubbio che il primo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il servizio meteorologico del Kenya ha lanciato un'allerta per un'ondata di piogge insistenti da oggi nel nord del Kenya, particolarmente nella zona del ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Pochi conoscono il lago Chala.
Situato per metà in Kenya e per l'altra metà in Tanzania, sotto il Kilimanjaro, tra la cittadina di Taveta e quella di Loitokitok, il Chala è un...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non ce l’ha fatta. Dopo settemila chilometri di migrazione, dopo aver attraversato nazioni con

LEGGI L'ARTICOLO

La percentuale di positivi al covid-19 rispetto ai tamponi in Kenya ha ripreso a salire e questo è dovuto...

LEGGI L'ARTICOLO

Chi si arricchisce con l’ecosistema del lago Bogoria?
In questi giorni un’interrogazione del Governo punta a fare chiarezza sull’esportazione di enzimi estratti dal lago Bogoria, a nord di Nairobi, da parte di ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Parco Nazionale del lago Nakuru è praticamente morto, fauna e flora versano in condizioni terminali.
A ...

LEGGI L'ARTICOLO

Il servizio meteorologico del Kenya ha annunciato che le piccole piogge, che solitamente riguardano il Paese tra la fine del mese di ottobre e le prime due settimane di novembre, quest'anno arriveranno con poco più di un mese di ritardo,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nella "vision 2030" del Governo keniano c'è anche il progetto del trasporto marittimo sulla costa e sul Lago Vittoria.
Lo ha annunciato nei giorni scorsi il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il servizio meterologico del Kenya ha consegnato le sue previsioni per il 2020 o almeno per il...

LEGGI L'ARTICOLO