Eventi

CONCORSO

Io Moribondo, i rischi dello street food in Kenya

La seconda parodia del Festival di Sardegna 2

05-06-2021 di redazione

Secondo appuntamento con il Festival di Sardegna 2, l’invenzione canoro-cabarettistica di Freddie e Sbringo, nella loro veste di animatori di Tele Esule, fantomatico canale "expat" dell’ironia che trasmette su Youtube.
Questa settimana l’ispirazione per la parodia di un celebre (in questo caso celeberrimo) brano della musica italiana, viene da un’esperienza che più o meno tutti i frequentatori del Kenya hanno fatto: quella di non resistere alla tentazione del cibo di strada in tutte le sue forme.
Così “Io vagabondo” dei Nomadi, viene violentata in chiave “Alberto Sordi in Est Africa” e ne nasce una storia improbabile da turista malcapitato tra baretti di periferia e preparazioni culinarie impossibili da assimilare per i nostri stomaci ed intestini delicati. E i Nomadi stessi, da figli dei fiori emiliani, si trasformano in veri pastori migranti keniani, Gli Orma.
Oggi si pensa allo "street food" come una moda, un aspetto etnico-culturale della vacanza, che fa tanto radical-chic. In realtà in Kenya è spesso il modo più economico di svoltare la giornata a pancia semisoddisfatta e fegato un po' meno contento. Samosa con carne di dubbia provenienza e freschezza, patate fritte a ripetizione nel medesimo olio, spiedini e gran piattazzi di fagioli e polenta di mais bollita in acqua poco meno torbida di quella delle pozzanghere.
Ovviamente queste sono situazioni estreme a cui difficilmente un turista italiano si può avvicinare, se non esaltato dalla classica adrenalina della novità, dell'esperienza unica e probabilmente irripetibile.
“Io moribondo” parla di quella sensazione tipicamente equatoriale che si prova, esausti, dopo questa esperienza, e spesso dopo essere stati un’ora seduti nella stessa posizione su una sedia bucata di ceramica.
Gambe molli e formicolanti, brividi di ghiaccio e sudore caldo allo stesso tempo, disidratazione ed altri effetti collaterali di quella samosa in più al baracchino di Kadenge.
L’importante è sapere che tutto passa, specie in Africa e che tutto fa esperienza.
La dissenteria da cibo locale è uno dei timbri essenziali sul passaporto di “italiano esperto di Kenya”.
Saperci ridere sopra, come in quasi tutte le avventure da queste parti, è fondamentale.
Perché “Oggi le coliche” è una trasmissione in diretta tra le più frequentate.
Ed è proprio questo il senso del Festival di Sardegna 2, raccontarvi in maniera ironica le peripezie e le storie estreme dei nostri connazionali alle prese, spesso per la prima volta, con un nuovo habitat e le sue particolarità e differenze dal mondo conosciuto.
Ieri si sono concluse le votazioni, attraverso i click sul canale Youtube di Tele Esule, del primo brano “in gara”, ovvero “L’acqua non c’è” sulle arie di “Laura non c’è” di Nek.
Per votare il gradimento a “Io moribondo” basta ascoltarlo, per partecipare invece alla lotteria che dà a tutti la possibilità di vincere ricchi premi, è necessario lasciare un commento negli spazi sotto il video. E come sempre vi chiediamo di iscrivervi al canale, per permetterci di continuare a proporvi la nostra voglia di sorridere e coinvolgervi! 
QUI POTETE LEGGERE IL REGOLAMENTO DEL FESTIVAL DI SARDEGNA 2
Buon ascolto, quindi. E sempre come si direbbe a Sanremo, la presentazione:
di Dattoli, Sbringhetti, Freddolio: “Io Moribondo”. Cantano, gli Orma.

TAGS: street food kenyacibo kenyasamosa kenyakenya in tavola

Hai trovato utile questo articolo?

Apprezzi il nostro lavoro quotidiano di informazione e promozione del Kenya? Malindikenya.net offre questo servizio da 12 anni, con il supporto di sponsor e donazioni, abbinando scritti e video alla diffusione sui social e ad una sorta di “ufficio informazioni” online, oltre ad affiancarsi ad attività sociali ed istituzionali in loco.

Di questi tempi non è facile per noi continuare a gestire la nostra attività, garantendo continuità e professionalità unite a disponibilità e presenza sul campo.

TI CHIEDIAMO QUINDI DI CONTRIBUIRE CON UNA DONAZIONE PER NON COSTRINGERCI A CHIUDERE. TROVI TUTTE LE INFORMAZIONI SU COME AIUTARCI A QUESTO LINK:

https://malindikenya.net/it/articoli/notizie/editoriali/come-aiutare-malindikenyanet-con-una-donazione.html

GRAZIE
ASANTE SANA!!!

Proseguiamo il nostro viaggio nello "street food" del Kenya.
Questa volta...

LEGGI LA RICETTA

Negli ultimi anni il turismo gastronomico è cresciuto in maniera considerevole in tutto il mondo.
Lo si...

LEGGI L'ARTICOLO

Tra i servizi importanti di Malindi che non chiudono per ferie, c'è da segnalare quello per i...

LEGGI L'ARTICOLO

Avete mai sentito parlare della Zucca di Lare?
E dell'ortica della foresta di Mau?
Del pollo e del capretto di Molo, del sale rosso del fiume Nzoia, il miele di Ogiek e lo yogurt del West Pokot fatto con la...

LEGGI TUTTO

La piattaforma digitale "Malindians.com", creata da un gruppo di giovani malindini che hanno a ...

LEGGI L'ARTICOLO

Un'esplosione nei pressi di un fast-food e di un cinema, in una zona molto frequentato ai margini del CBD, la zona centrale di Nairobi.
L'ordigno...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

In principio fu il matumbo.
Il cibo keniano è quasi sempre “cibo di strada”, nel senso che viene cucinato non solo al...

LEGGI L'EDITORIALE

Sabato 19 ottobre nell’area pubblica dell’ex Sinbad Hotel di Malindi, di fianco al Casinò (dove...

LEGGI L'ARTICOLO

Un nuovo negozio a Malindi per gli amici a quattro zampe a Malindi.
Al Vera Cruz Complex in Lamu Road (di fronte al Malindi Complex) ha aperto "Cat & Dog Food", un rivenditore autorizzato "Skinner’s", leader inglese nella produzione di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le patate impastellate con aroma di limone e anima di peperoncino sono una delle delizie dello street food della costa keniana.
Si chiamano "Viazi Karai" e vengono vendute ad ogni angolo di strada, fritte al volo negli wok sistemati in...

LEGGI LA RICETTA

Le piogge fanno bene alla Natura Africana e se un’attività di Malindi ha la fortuna di essere...

LEGGI L'ARTICOLO

Metti un barman professionista nell'oasi più esclusiva di Watamu, due bicchieri su un tavolino che si affaccia nella baia sull'oceano dai colori mozzafiato.
Se poi sta per arrivare il tramonto, dopo una giornata di mare, sole ed allegria, il cocktail...

LEGGI TUTTO

Venerdì alla Malindina è sempre tempo di apericena gourmet, a partire dalle ore 19.30 va in...

LEGGI L'ARTICOLO

Malindi, come annunciato da malindikenya.net la scorsa settimana...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Ogni città di mare che si rispetti ha la sua strada panoramica, solitamente contornata da giardini, panchine ed ...

LEGGI L'ARTICOLO

L'aeroporto internazionale di Malindi avrà un bar ristorante italiano.
Lo scalo che si avvia verso l'adeguamento per poter presto ospitare voli provenienti direttamente da Paesi stranieri, ha compreso nel suo piano di espansione anche l'apertura...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO