Arte e cultura

LUOGHI

A Malindi un giardino con trecento sculture africane di pietra

Splendida mostra permanente in una villa di Casuarina con pezzi unici

01-10-2018 di Freddie del Curatolo

Malindi non finisce mai di regalare tesori inaspettati, e si candida sempre più a diventare l’ombelico keniano dell’arte e della cultura.
Una delle ultime meraviglie è il giardino di sculture dell’esperta di arte africana, giornalista e mecenate Carola Rasmussen.
“Ndoro Sculpture Garden” è una mostra permanente all’aperto, nella meraviglia di un giardino tropicale, allestita all’interno di una villa. Robusta House a Casuarina, appena prima del Tropical Village (sullo stesso lato).
Nel percorso creato da Carola Rasmussen, si possono ammirare trecento sculture di pietra, quasi tutte in “serpentine stone”, la giada africana, provenienti in gran parte dallo Zimbabwe, terra che da sempre ha una tradizione di artisti figurativi e simbolici che nel corso del tempo hanno ispirato non solo la scultura, ma anche la pittura mondiale.
Da lì attinse, all’inizio del secolo scorso, Pablo Picasso per formare la sua idea di surrealismo ed è proprio partendo da questa considerazione che l’appassionata tedesca di origine danese ha iniziato quasi quarant’anni fa a cercare, raccogliere e collezionare sculture dal cuore del continente nero.
“Un lavoro esaltante che attraverso le opere raccolte, racconta la vita degli artisti che le hanno prodotte e l’evoluzione sociale di un Paese e della sua gente – spiega Rasmussen – basti pensare al più celebrato di questi artisti, Bernard Matemera, che era un raccoglitore di tabacco e iniziò a scolpire le pietre che trovava per passione, e all’inizio era sconvolto dal fatto che per una delle sue opere c’era chi potesse pagare il corrispettivo di un mese del suo stipendio”.
Carola Rasmussen ha custodito le sue trecento sculture per tutti questi anni tra la Tanzania e l’Europa, dove ha più volte portato la mostra in sedi appropriate, ma ha deciso che il luogo naturale per allestire una permanente fosse Malindi, un centro di arte e cultura che la storia della costa swahili da sempre riconosce come magico, spiritualmente alto e pronto a raccogliere le diverse evocazioni e suggestioni dell’Africa sub sahariana.
Il percorso che si snoda tra palme, ficus, frangipani ed altre piante equatoriali, mette in risalto la perfezione di volti trasfigurati, la lavorazione dalla pietra grezza alla levigatura, con un’iconografia di animali (particolarmente elefanti e rapaci notturni) che riporta alle migliori espressioni dell’arte simbolico-figurativa africana. Splendida la galleria di volti, tra pietre lavorate come bocce e teste allungate, ma anche madonne nere ed altre meraviglie che escono dalla materia pur restandone avvinte.
In poche parole, per chi dell’Africa non ama solo savana e spiagge, ma anche le radici ed il respiro artistico primordiale che ci ricorda da dove veniamo e perché, un’esperienza visuale e sensoriale da non perdere. 
Ndoro Sculpture Garden si può visitare solo su prenotazione, chiamando i numeri 0798461564 o 0789120921 oppure scrivendo a simbart49@yahoo.de
All’interno dell’esposizione c’è anche uno shop per acquistare alcune piccole riproduzioni ed altri oggetti, ed alcune delle stesse sculture sono in vendita.  
 

TAGS: scultura malindimostre malindiarte africana kenyacarola rasmussencultura malinditradizione malindiarte malindipietre malindi

Una lunga malattia che non dava speranza, ma un animo indomito che fino alla fine ha pensato all'arte e alla sua amata Africa.
Isaia Mabellini, universalmente conosciuto come Sarenco, è stato molto più di un mecenate, più di un eclettico...

LEGGI TUTTO IL RICORDO E GUARDA LE FOTO

Una settimana per celebrare la gastronomia e la cultura italiana a Nairobi, con musica, mostre fotografiche, danza, teatro ed altri eventi.LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una giornata intera, dal pomeriggio fino a notte fonda, per mostrare a Malindi lo spirito artistico di molti giovani e la creatività locale.
La prima edizione di quest'anno di "Malindi International Art Extravaganza" si terrà a partire dalle 3 del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Seconda serata del Malindi Talent Music Festival, ieri sera all'Olimpia Club tutta dedicata alla musica locale, con i talentuosi musicisti dell'ensemble Mijikenda Jazz Band, che si sono esibiti davanti agli organizzatori e a un pubblico non numeroso ma attento e...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Nell'ambito degli weekend dedicati all'arte e al talento locale, anche questa sera al Baby Marrow durante la cena, il pittore tanzaniano Feruzi espone le sue opere e presenta in diretta l'arte africana del "tinga tinga" di cui lui è uno dei...

LEGGI TUTTO

Anche per la serata di Ferragosto, oltre al sabato sera, la cena al Baby Marrow sarà ingentilita dalla bella voce della cantante keniana Linah, con le sue interpretazioni di classici soft internazionali.
Nel locale di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Immersioni, un violino una voce e l'eco dei secoli" è un evento senza precedenti per il Museo Nazionale di Malindi, che segna la conferma di un percorso intrapreso con l'Istituto Italiano di Cultura di Nairobi e l'Ambasciata Italiana in Kenya,...

LEGGI LA NOTIZIA E PRENOTA IL TUO POSTO A SEDERE

Il Baby Marrow, rinomato ristorante italiano di Malindi, è stato recentemente rinnovato nel segno dell'arte e dell'immagine.
In un ambiente unico, raffinato ed elegante ma informale, è possibile godere di un menu ricco, vario e studiato  per ogni tipo di palato e...

LEGGI TUTTA LA SCHEDA

Si è chiusa con un'elegante sfilata di moda a bordo piscina in riva all'oceano indiano, nella fantastica cornice del Kilili Baharini Resort & SPA di Casuarina, la prima mini-edizione del Malindi Talent Music Festival.
La kermesse organizzata da Malindikenya.net e sponsorizzata...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Osteria Bar Restaurant e Gelateria è uno dei due locali del marchio "Osteria" a Malindi.
Aperto nel...

LEGGI TUTTA LA SCHEDA

Riuscire a coinvolgere cento connazionali a sera, nella vacanziera Malindi, un tempo definita "colonia" italiana e oggi (un po' decaduto) luogo di villeggiatura internazionale che non ha perso il suo fascino e la sua magia, era una scommessa.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un evento unico che unisce la cultura della costa keniota, quella dell'etnia Mijikenda, all'arte e alle culture di tutto il mondo, attraverso i veicoli imprescindibili della musica, delle parole e dell'arte visiva. Tutto insieme in una serata dal titolo "La...

LEGGI TUTTO

Che Pinocchio sia la favola più esportata d'Italia non è un mistero: l'internazionalità della fantastica vicenda e della sua morale hanno conquistato bambini e non solo di tutto il mondo.
Il legame con l'Africa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un artista malindino, della grande scuola locale delle sculture in legno, ha vinto il prestigioso premio di Macugnaga dedicato alla montagna.
Una bella e significativa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Molto spesso tocca a poeti e cantanti portare alla luce i cambiamenti, il decadimento morale e la perdita della propria indentità.
Quando, come nel caso della costa keniana...

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA IL VIDEO

Il weekend dedicato all'arte e al talento locale del Baby Marrow Art & Food Restaurant, questa settimana ospita uno storico pittore di stanza a Malindi.
Spytrack, questo il suo nome d'arte, ha ottant'anni ma non li dimostra, una mano ancora...

LEGGI TUTTO