Ultime notizie

LUTTO

Addio a Micaela, l'anarchica del volontariato

Si è spenta a Mombasa la fondatrice di Likoni Yetu

11-05-2020 di Freddie del Curatolo

Aveva un carattere forte, anarchico e votato al sacrificio, anche estremo, quasi autolesionista.
Era fatta così Micaela De Gregorio, la volontaria brianzola improvvisamente scomparsa ieri a Mombasa, ingestibile ma autentica.
Suona assurdo, prematuro e triste che se ne sia andata proprio lo stesso giorno della liberazione di un’altra volontaria caparbia, Silvia Romano. Ma forse non è un caso.
Malindikenya.net scrisse di lei nel 2015, dopo aver saputo della sua scelta radicale di vendere le poche cose che aveva accumulato nella “vita precedente” in Italia e di trasferirsi a Mombasa.
Un monolocale e poche altre cose, la madre da salutare e via verso un’avventura di volontariato nel difficile quartiere di Likoni, al di là del ferry dell’isola di Mombasa e della decenza di una vita dignitosa per tanti bambini di quello che è quasi uno slum della seconda città del Kenya.
Dopo varie esperienze, anche conflittuali ma sempre affrontate con coraggio, a volte anche spavalderia, aveva fondato una piccola associazione no profit, “Likoni Yetu” e si appoggiava ad un children center. Chi la conosceva o entrava in contatto con lei via social, dove era attivissima e spesso anche molto polemica, non poteva fare a meno di notare il suo grande cuore e il suo vivere all’africana, sposando la causa della povertà come una moderna Madre Teresa che spesso arrivava a trascurare perfino sè stessa.
Dopo il nostro articolo ci eravamo sentiti spesso e ci illustrava la sua scelta e la fatica di rapportarsi con il sistema keniano, fatto di corruzione e burocrazia, con quest’ultima che quando funziona appare anche giusta e strutturata meglio che in Italia.
Micaela era una che “non ci stava”, ci siamo più volte scontrati (sempre con grande rispetto) e anche sulle nostre pagine FB era sempre pronta a dire la sua e litigare virtualmente con chiunque non la considerasse una che stava “sul campo” e ci metteva faccia e anima in prima persona.
Così aveva fatto parlando di Silvia Romano, che aveva incrociato nel periodo in cui la ragazza milanese si era trovata anche lei come volontaria a Likoni.
Ed è così che se n’è andata, trascurando i postumi di un’incidente domestico di cui aveva anche parlato pubblicamente, a soli 51 anni.
Con il suo estremismo, le sue lune storte, la sua idea antagonista e a mio avviso sbagliata del volontariato ma anche con il suo cuore più grande della normalità della vita, Micaela mancherà a tanti, specialmente ai suoi bambini per cui forse non c’era speranza, ma una matta, sgangherata, simpatica mamma bianca.

TAGS: volontaria kenyamicaela kenyalikoni kenyaitaliani kenyamorta kenya

Ha lasciato l’Italia e il suo lavoro di pubblicitaria, per lavorare in un “children center” sulla costa keniota ...

LEGGI L'ARTICOLO

Un altro ponte costruito con l'aiuto dei giapponesi, dopo quello di Kilifi eretto sul creek nel 1991.
Il...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Capo della Polizia regionale del Kenya, Noah Mwivanda, che non rilasciava dichiarazioni da più di due settimane, ha parlato questa mattina all'emittente keniana NTV al termine di un meeting sulla...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un pensiero per Silvia Romano, la volontaria italiana rapita in Kenya ormai 195 giorni fa, è stato rivolto dall'Ambasciatore...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un'automobile station wagon con probabilmente quattro persone a bordo è finita in mare nel canale tra ...

LEGGI L'ARTICOLO

Se ne parla da tanti anni, ma finalmente la costruzione del ponte stradale di Likoni, che collegherà la città-isola di Mombasa alla costa sud, Diani e il confine con la Tanzania, ha una data certa.
I lavori, del

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tragica fatalità sulle strade della costa keniana.
Una pensionata modenese dedita a progetti sociali, Giuseppina Bellelli di 66 anni, è morta a causa delle ferite riportate in un incidente stradale avvenuto ieri nei pressi di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Sono stati riconosciuti i corpi di tre persone nel canale di Likoni, dopo che ieri sera...

LEGGI L'ARTICOLO

Una domenica di preghiere, canti, unità tra cattolici, protestanti e islamici della costa keniana per solidarietà con gli italiani pensando alla volontaria Silvia Romano, rapita ormai da undici giorni da una banda di criminali nel villaggio di Chakama.
Quasi ogni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Presidente del Kenya Uhuru Kenyatta ha ufficialmente inaugurato ieri i lavori di...

LEGGI L'ARTICOLO

Non c'è mai pace per il trasporto via traghetto da Mombasa a Diani e alla Costa Sud del Kenya.
Nel canale di Likoni ultimamente operano...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Da troppi giorni non si hanno più novità riguardo alle ricerche di Silvia Romano, la volontaria ventitreenne dal 20 novembre scorso in mano ai suoi rapitori, che l'hanno...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il gran finale del cabaret in musica di Freddie e Sbringo questa sera al Baby Marrow è una parata con...

LEGGI L'ARTICOLO

Il Governo del Kenya chiude quattro Contee agli ingressi e alle uscite per 21 giorni.
L’area ...

LEGGI L'ARTICOLO

Sono stati rilasciati e già in viaggio per Malindi i due ragazzi italiani fermati ieri dalla polizia del villaggio di Ngao, nella regione keniana del Tana River, dove a loro...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Chi si lamenta perché i voli sono troppo cari, chi perché ci sono le buche sulle strade, chi ...

LEGGI L'ARTICOLO