Libri sul Kenya

LIBRI

L'amore (impossibile) ai tempi della Malindi italiana

Donne libere di sbagliare e beach boys nel romanzo di Sara Cardelli

24-06-2017 di Freddie del Curatolo

La Malindi al femminile di Sara Cardelli colpisce nel segno e dipinge una realtà molto attuale e sganciata dai soliti luoghi comuni del turismo sessuale ai tropici o dell’avventura esotica.
“Mali d’Africa” (Ilmiolibro, 320pagg.) racconta la costa nord del Kenya popolata da donne italiane sole e padrone di  sé stesse, e da aitanti e interessati beach boys di etnia Mijikenda che, inevitabilmente e senza bisogno di chissà quale “Stupid Cupid” vengono a contatto.
Come scenografia, l’avvolgente natura africana che attenua lo stridore e il paradosso di vedere e vivere allo stesso tempo i villaggi di capanne di fango e gli eleganti resort in riva all’Oceano Indiano, i riti funerari di gente povera e dignitosa e gli scatenati disco-party sulla spiaggia.
Malindi e Watamu, da almeno trent’anni, sono così: contraddizioni sociali ed economiche che convivono in un’instabile equilibrio che il clima, la meraviglia dei luoghi e la pace dei sensi riescono spesso a trasformare in armonia.
I “Mali d’Africa” di cui al titolo del romanzo, sono in realtà pene e lusinghe che la società occidentale ha da tempo esportato all’equatore e l’effetto che hanno provocato su quella parte della popolazione locale che vive di turismo.
Nel mezzo, e nel profondo di esistenze ed anime completamente diverse, l’amore e le sue tante sfaccettature.
Sara Cardelli, che come la protagonista del racconto ha vissuto a Malindi ed è tornata in Italia con un bel bambino, frutto di una relazione con un ragazzo giriama, tratteggia molto bene motivi e caratteri di Giulia,  Jenny ed Eva, tre donne italiane che vivono la loro Africa e i loro rapporti (specialmente quelli con l’altro sesso, identificato con giovani e disponibili “operatori turistici” dai prodigiosi attributi e dagli improbabili soprannomi) in totale libertà.
Libertà di provare emozioni incontrollate, di imparare attraverso la sofferenza, di coltivare pensieri inediti e ingenui e di trarre conclusioni spesso troppo distanti dalla loro mentalità ma troppo vicine alla nuova realtà da non scottarsi.  
Giulia cerca l’amore vero, Jenny la famiglia e la vita africana, Eva ha scelto quel misto di serenità interiore e cinismo fondamentali per vivere e lavorare da stranieri sulla costa keniana.
E’ lei a cui Sara fa dire che in Africa si arriva a voler ricordare anche le cose da dimenticare e che è meglio vivere di rimorsi che di rimpianti laddove è ancora più evidente che “ogni paradiso ha il suo inferno”.  
L’ardore femminile che divora le protagoniste e fa divorare piacevolmente il romanzo (pur con gli inciampi di una scrittura priva di differenti piani narrativi) sta proprio nel desiderio delle protagoniste di “Sbagliare piuttosto che vivere con la consapevolezza di non averci provato”.
Perché alla fine, come si vedrà, non è vero che l’amore in Africa non esiste, è semplicemente uno dei tanti sentimenti sul mercato. Sono le componenti con cui le nostre coscienze occidentali lo hanno ingabbiato a riportarlo a terra: sesso, solitudine, gelosia.
E’ proprio la presenza degli ambitissimi palestrati da spiaggia e la loro condotta univoca e coerente la chiave della storia, ed è quasi un peccato che l’autrice non abbia voluto o saputo entrare maggiormente nella mentalità del maschio keniota, con dialoghi e momenti tra di loro, e non solo in relazione alle loro liaisons con le “mzungu”.
Perché altrimenti, se riduciamo tutto unicamente a denaro, tradimenti, truffe e menzogne, il romanzo avrebbe potuto intitolarsi  tranquillamente “Mali d’Italia in Africa”.

TAGS: Mali d'AfricaSara CardelliRomanzo KenyaLibri Kenya

C’è tanto amore per l’Africa e tanto Kenya, in mezzo alle vicende sentimentali narrate nel primo romanzo della sceneggiatrice e scrittrice italiana Francesca Marciano, che ha lavorato, tra gli altri, con Salvatores, Luchetti e Muccino. 
“Cielo Scoperto” è un romanzo...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

Esce in questi giorni in Italia il nuovo romanzo dello scrittore e direttore di Malindikenya.net Freddie del Curatolo.
La notizia, se vogliamo, è che questa volta non si parla di Kenya e di Malindi.
Si tratta infatti di una storia...

LEGGI TUTTO

John Le Carré, notissimo e apprezzato scrittore di “spy stories” dai risvolti sociali, ha ambientato in Kenya, tra le rive del Turkana e gli slum di Nairobi, il suo romanzo “Il giardiniere tenace”. 
E’ la storia di una donna inglese...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

LIBRI KENYA

La mia Africa - Karen Blixen

Feltrinelli

di redazione

Karen Dinesen Blixen visse in Kenya dal 1914 al 1931.
Ci arrivò dalla fredda Danimarca con il marito, il barone Bror Von Blixen, per acquistare un terreno sulle colline Ngong, vicino a Nairobi, e farne una fattoria. 
In realtà al...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

Jambo!
Mi presento: sono il creatore e direttore del portale in cui vi siete imbattuti. 
Per chi non mi conoscesse, questo potrebbe bastare. 
Amo l'Africa, il Kenya e Malindi e a loro devo moltissimo.
Ma mi piace anche osservare le...

Ernest Hemingway diceva che la natura africana si può solo vedere e al massimo sognare, ma descriverla
non è mai come viverla. 
Figuriamoci disegnarla, o dipingerla. 
Spesso, forte di questo illustre pensiero, all’artista non rimane che trasfigurarla per offrirne una...

LEGGI LA RECENSIONE

Si chiamerà Africa Academy for Tax and Financial Crime Investigation, la partnership creata lo scorso 13 giugno a Berlino tra Germania, Italia e Kenya, con la supervisione dell'Organizzazione Internazionale per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE).
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E' vero, come scrisse Ryszard Kapuscinski, uno dei più attenti ed evocativi pensatori d'Africa, che la storia, nel Continente Nero, si trasmette per via orale e da leggenda diventa mito, ma la cultura, la prosa e la letteratura hanno bisogno...

LEGGI TUTTO

Matilde Calamai, autrice toscana con il Kenya nell'anima, torna in libreria con un nuovo romanzo, dal titolo "Moran". 
“Molte delle mie opere parlano dell’Africa, il mio posto dell’anima, a Mama Africa ho dedicato poesie e pennellate di sensazioni. Ho scritto un...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le giovani coppie di Vinci hanno messo in piedi poco più di due anni fa un progetto di rinnovo completo della scuola e dell'asilo di Mkangagani, villaggio dalle parti di Gede.
Iniziando con i banchi (cinquanta costruiti commissionando il lavoro...

LEGGI TUTTO

LIBRI KENYA

Sognavo L'Africa - Kuki Gallman

Mondadori

di Leni Frau

Kuki Gallmann aveva “una storia da raccontare”.
Questo romanzo è la sua storia.
Italiana, di Venezia, si trasferisce nel 1972 in Kenya con il secondo marito Paolo e il figlio Emanuele.
In un grandissimo ranch a Laikipia costruirà la sua nuova...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

Quella che riguarda l'Africa, e in particolare il Kenya, non è una bibliografia facile.
Oltre a fregiarsi di innumerevoli titoli, come è normale per un argomento così vasto i cui primi scritti (diari di viaggio e di commercio) si perdono nell'anno...

Come ogni primo sabato del mese, torna il tradizionale mercatino dell'artigianato e dei prodotti biologici e naturali al Driftwood Club di Malindi.
A partire dalla prima mattina il giardino dello splendido ritrovo in riva all'oceano, sulla spiaggia di Silversand, si...

LEGGI TUTTO

Può una sola coppia volonterosa creare le premesse educative per un'intera comunità di villaggi sperduti dell'Africa? 
Carmen e Celestino, pensionati di Bolzano, hanno sempre pensato che fosse possibile e ci sono riusciti. 
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Aidan Hartley è nato in Kenya nel 1965 da genitori inglesi.
Ha studiato in Inghilterra ma ha sempre sentito l'Africa come la sua terra.
Ha vissuto nelle farm materne e a Malindi, prima di intraprendere la carriera di giornalista di...

LEGGI TUTTA LA RECENSIONE

Da Bob Dylan a uno scrittore keniano.
Sarebbe stato bello, anche perché lo scrittore, poeta, saggista e professore universitario Ngugi wa Thiong'o insegue il Nobel per la letteratura dal 2012.
Ogni anno i bookmaker lo danno nella ristretta rosa dei favoriti,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO