Speciale turismo

STATISTICHE

Turisti italiani in calo in Kenya? Non a Watamu

Tiritò e Lenzi: "Da noi presenze uguali all'anno precedente"

22-01-2020 di Freddie del Curatolo

Diecimila turisti italiani in meno in Kenya nel 2019, ma a Watamu non si è sentita la loro assenza. Dove sono "mancati" allora?
Il rapporto redatto dal Ministero del Turismo di cui alcuni giorni fa malindikenya.net ha pubblicato i dati più significativi, ha registrato una diminuzione del 16% di connazionali nell’arco di dodici mesi rispetto al 2018, ma non è dato sapere i luoghi di soggiorno degli stessi e dove sono le principali assenze. Non certo a Watamu, secondo gli imprenditori italiani della località turistica che in quanto a vacanze mare e pacchetti viaggio ha ormai soppiantato altre mete della costa keniana come Malindi e Diani.
“I numeri presentati dal Ministero del Turismo sono senza dubbio poco piacevoli – è il parere di Daniele Tiritò, GM di Jacaranda Beach e Jumbo Resort - Tuttavia il rapporto presenta delle lacune: c'è l' aeroporto di arrivo, ma non il luogo di soggiorno. Non si divide per mercato di origine la motivazione del viaggio. E questo non ci aiuta a capire bene.
Posso dire con certezza, per quanto riguarda la Jacaranda Bay che i numeri dello scorso  anno si sono riconfermati, e c'è stato addirittura un aumento sensibile in mesi solitamente tranquilli come settembre e ottobre. Per quanto ne so,  tutta l' area di Watamu ha avuto un andamento simile al nostro.  Certo il Kenya è grande ma una bella percentuale dei connazionali viene in vacanza dalle nostre parti. Okay, qui saremo in
controtendenza, ma allora dove, e perchè, sono mancati gli altri?” 
Sulla stessa linea è Roberto Lenzi, proprietario, tra l’altro, di Seven Island Resort e Crystal Bay. “Nonostante la tendenza internazionale di Watamu – spiega Lenzi – il turismo italiano qui non è diminuito, anzi le cifre parlano di più turisti in generale e anche più italiani. I tour operator a cui siamo legati, Vera Tour per il Crystal Bay, e Alpitour per il 7 Islands, sono molto soddisfatti. Non so dove si possano essere persi tutti questi connazionali, forse nei villeggianti che trascorrevano i tre o quattro mesi invernali sulla costa e, per via dell'aumento dei prezzi e dei voli potrebbero aver optato per altre mete più economiche e facili da raggiungere”.
Secondo il GM di Jacaranda e Jumbo, il clima “Anti-Africa” che si è respirato l’anno scorso nel nostro Paese non ha certo aiutato e può avere influito in negativo più del rapimento di Silvia Romano, che comunque ha tenuto lontani parecchi volontari, membri di associazioni e italiani propensi a viaggiare in Kenya per fare del bene.
“A questo aggiungiamoci la forte ripresa del Mar Rosso e, soprattutto una certa riluttanza dei nostri connazionali ad utilizzare voli di linea e con scalo – prosegue lo stesso Tiritò - E' vero che sono aumentati gli arrivi con Turkish, che ora ci sono le opzioni Kenya Airways e Qatar.  Ma altri paesi li hanno utilizzati più di noi. Comunque sia, in Europa, solo i francesi hanno un incremento sensibile, merito dei voli certo, ma anche della lunga assenza dalla destinazione”.

TAGS: turismo watamuvacanze watamuitaliani watamujacaranda bay7 Islands Watamu

E' Jacaranda Bay la spiaggia più bella di Watamu, lo dicono centinaia di appassionati d'Africa, turisti e residenti italiani che amano la costa del Kenya.
LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LA CLASSIFICA FINALE SU WATAMUKENYA.NET CLICCANDO QUI

Malindi, Watamu e la Contea di Kilifi si promuovono anche quest’anno con il magazine in inglese ''What’s Best in Kilifi County’’.
E’ uscita in questi giorni.....

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Le bianche spiagge della Jacaranda Bay, tra Watamu e Mayungu proprio di fronte a quel paradiso di sabbia, oceano e barriera corallina che da anni ormai viene conosciuto come "Sardegna 2", hanno fatto bella mostra di sè per tre giorni...

LEGGI TUTTO

All'indomani delle dichiarazioni su Malindi e Watamu di Roger Jones, responsabile dell'agenzia ingaggiata dal Ministero del Turismo keniano per rilanciare il settore, gli imprenditori italiani della Contea di Kilifi ci hanno contattato, hanno scritto in privato o sulle nostre pagine...

LEGGI TUTTO

Tra le tante opere e infrastrutture che il Ministero del Turismo ha chiesto al Governo di ultimare, per migliorare la ricettività e i servizi delle località della costa keniota, c'è anche la strada asfaltata costiera che collegherebbe Malindi a Watamu.
In...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tutto pronto a Casuarina per asfaltare il primo chilometro della strada che porterà al villaggio dei pescatori di Mayungu e da lì, poco alla volta, attraverso il resort Malaika Beach, alla Jacaranda Bay e da lì infine a Watamu.
Per...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Politici locali, associazioni, imprenditori locali e stranieri, uomini di Chiesa e comunità di villaggi: tutti uniti nel puntare il ...

LEGGI L'ARTICOLO

Come tanti ragazzi di spiaggia tra Malindi e Watamu, anche Anthony Furaha ha un...

LEGGI L'ARTICOLO

Piogge permettendo, i lavori di allargamento e si spera asfaltatura del tratto costiero Malindi-Watamu, proseguiranno da entrambi i lati.
Dopo avervi riferito...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

anche l'ex Ministro e parlamentare malindino Dan Kazungu, ora Ambasciatore del Kenya in Tanzania, ad assistere alla ripresa dei lavori della Kenya Urban Rural Authority, l'ente...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Non esiste la bassa stagione per Papa Remo Beach.
Il locale di Watamu non ha mai...

LEGGI TUTTO

Sono state tolte nei giorni scorsi le indicazioni di deviazione, il primo tratto (2km) della strada che collega Casuarina al villaggio di pescatori di Mayungu, è definitivamente transitabile 24 ore su 24.
Il progetto, che si...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

E’ uscita nei giorni scorsi la quinta edizione del magazine “What’s Best In Kilifi County”, il magazine...

LEGGI L'ARTICOLO E SFOGLIA LA RIVISTA

Questa volta sembra proprio che ci siamo.
Il Governo di Kilifi ha dato l'appalto a una ditta cinese per i primi lavori di manutenzione straordinaria della strada di Mayungu, che da Casuarina porta a Watamu.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO