Ultime notizie

NEWS

Dai "repeaters" nuova linfa al turismo di Malindi

A gennaio europei in aumento intorno al cinquanta per cento

30-01-2017 di redazione

Chi viene la prima volta sulla costa keniota ci torna spesso e volentieri. 
Magari può saltare un anno per ristrettezze economiche o per lo stato di salute di un parente, magari può scegliere provvisoriamente un'altra meta da visitare o provare a "svernare" in un altro angolo caldo del pianeta, ma prima o poi il richiamo dell'Africa e l'accoglienza di Malindi e dintorni lo catturerà.
I dati che emergono dagli ingressi a Mombasa di fine 2016 e di inizio 2017 e le presenze generali a Malindi, nei ristoranti consociati con il nostro portale, negli hotel e negli alloggi, confermano che le presenze europee rispetto all'anno scorso hanno visto un considerevole aumento, che probabilmente raggiungerà il cinquanta per cento in più dello stesso periodo del 2016.
Molti di questi turisti, che ancora in questa settimana stanno tornando a ripopolare la cittadina turistica, non sono nuovi alla frequentazione del Kenya.
Sono i cosiddetti "repeaters" che per anni hanno fatto la fortuna di una destinazione che vive sempre di più di un turismo stanziale e consapevole, e relega spesso le vacanze "mordi e fuggi" nella più balneare e alberghiera Watamu.
Distinzione che è alla base delle nuove strategie turistiche del Ministero del Turismo, appoggiate anche dal membro della Kenya Tourist Federation per Malindi, Roberto Marini.
"Malindi deve puntare sempre più sulle sue peculiarità - spiega Marini - ed accogliere un turismo interessato al divertimento notturno, allo shopping e alle comodità come possono essere SPA e centri benessere. In più non bisogna sottovalutare il business tourism, Malindi è sempre più il polo di affari della costa keniana, e non solo per l'edilizia. Il turismo delle convention e dei meeting porta grandi introiti e crea un importante indotto".

TAGS: Malindi turismoMalindi tourismKenya repeatersMalindi 2017Kenya 2017

Nuovi stickers adesivi per i veicoli che trasportano turisti, per differenziarli dai classici "PSV" che riguardano tutti i servizi pubblici.
L'introduzione della nuova categoria "Tourism Service Vehicle" è stata introdotta ieri dal Ministro del Turismo Najib Balala come iniziativa per...

Sarà officiata da Padre Orazio alla S.Anthony Cathedral di Malindi, oggi 24 febbraio 2017 alle 16, la messa in ricordo di Marco Vancini, l'imprenditore italiano ed ex console onorario di Malindi scomparso due anni fa in un tragico incidente stradale...

Malindi quinta meta del mondo da scoprire nel 2017, secondo il sito americano di informazioni burocratiche (visti e permessi) ivisa.com, frequentato da lettori di tutto il mondo. (vedi qui il link originale https://www.ivisa.com/visa-blog/top-11-undiscovered-destinations-for-2017)
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tra i progetti di infrastrutture presentati dal Ministero dei Trasporti a Mombasa, per rendere più agevole la viabilità urbana, c'è anche la costruzione di un secondo ponte a Nyali. 

LEGGI TUTTO

L'Associazione Italiana Kilifi County si riunisce per l'assemblea generale annuale il prossimo 10 febbraio alle ore 17 al Bar Bar di Malindi.

LEGGI TUTTO

Il Ministro del Turismo del Kenya Najib Balala esce allo scoperto, alla vigilia della più importante manifestazione fieristica del settore nel suo Paese e denuncia il calo degli arrivi internazionali nel Paese e l'occupazione delle strutture alberghiere da parte di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Trapelano i particolari del progetto definitivo dell'Aeroporto Internazionale di Malindi, all'indomani degli incontri decisivi e degli accordi finali grazie ai quali, secondo le intenzioni del Governo, dovrebbe essere consegnato alla cittadinanza il nuovo scalo completo entro i primi mesi del...

LEGGI TUTTO

Dopo due anni di crisi del settore turistico, dovuta soprattutto alle paure e alle campagne mediatiche conseguenti all'attentato terroristico all'Università di Garissa dell'aprile 2015, il Kenya torna ad essere considerata una delle mete top per il turismo mondiale.
 

LEGGI TUTTO

E' tramontata anche l'ultima possibilità di bloccare l'effetto dell'applicazione della tassa sulle case vacanze dei non residenti in Kenya.
La famosa "licenza turistica" che la Tourism Regulatory Authority (T.R.A.) ha emesso su richiesta del Ministero del Turismo e delle associazioni...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il recente rinnovo della collaborazione tra Italia e Kenya al Centro Spaziale "Luigi Broglio" di Ngomeni, a nord di Malindi, porterà nuovi progetti in questo 2017, anno particolarmente importante perché segna il cinquantesimo anniversario del primo lancio di un satellite...

LEGGI TUTTO

Il Kenya è sul podio della generosità mondiale.
I cittadini keniani sono solidali tra di loro, dedicano molto tempo ad assistere le persone in difficoltà e in generale sono predisposti ad aiutare.
Lo afferma il World Giving Index 2017, il...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Si chiama “What’s Best in Kilifi County” (Cosa c’è di meglio nella Contea di Kilifi) ed è la prima edizione di un magazine patinato in distribuzione gratuita che mostra le bellezze e le principali attività legate al turismo di Malindi...

LEGGI TUTTO E GUARDA LA RIVISTA NELLA GALLERY

"Prevediamo nel 2017 il superamento di quota un milione e mezzo di ingressi di visitatori in Kenya".
La dichiarazione ottimistica arriva dal Kenya Tourist Board, l'organo ufficiale di marketing del Ministero del Turismo del Kenya.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Alla faccia della Tanzania e di Zanzibar che hanno organizzato l'edizione 2016 degli World Tourism Awards per l'Africa. Il Kenya anche quest'anno si aggiudica il maggior numero di "oscar" del turismo, ben cinque, superando Sud Africa, Malawi e gli stessi...

LEGGI TUTTO

Il Kenya è diventato uno dei primi Paesi africani per il turismo del benessere.
Le strutture sanitarie e SPA private hanno portato il Kenya sul podio tra le destinazioni di "turismo medico" nel Continente Nero, come riportato dal rapporto redatto dalla Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il rammarico è che quest'anno i turisti avrebbero potuto essere molti di più, se solo le compagnie aeree ci avessero creduto maggiormente.
Non solo quelle del cosiddetto "turismo domestico", che hanno lasciato a casa almeno 400 persone da Natale ad...

LEGGI TUTTO