Solidarietà

SOCIALE

Ora nel piccolo ospedale di Marikebuni si salvano vite

Restaurato e ampliato da Onlus ticinese, un aiuto nell'entroterra di Malindi

10-03-2015 di redazione

Una banale infezione del cordone ombelicale.
Fino a qualche mese fa nessuno poteva curare mamma e bambino di Marikebuni, per le cose importanti bisognava andare a Mambrui.
Prendere il primo matatu e sperare in bene. Il piccolo pronto soccorso dell'entroterra di Malindi era ridotto a una costruzione fatiscente, col tetto a rischio crollo e stanze al limite della vivibilità.
Tutto arrugginito nella maternità, nemmeno una tanica dell'acqua che qui è cosa rara.
Oggi con l'aiuto della Onlus ticinese "Sorrisi Africani" e la supervisione di Malindikenya.net, il Marikebuni Dispensary è una struttura moderna, regolamentare e ha servizi degni di un essere umano. Sono stati costruiti i servizi, donne e uomini, con la fossa biologica e le docce, è stata piazzata una grande cisterna per l'acqua coperta e rialzata, il tetto e le pareti di magazzino e ufficio sono state totalmente rifatte, il pronto soccorso è stato allargato, rimodernato ed è stata aggiunta una stanza, è stato ricavato inoltre un altro piccolo store per le medicine. Inoltre, grazie all'intervento del costruttore Giulio Giro, che ci ha messo del suo, sono state aggiunti gli infissi di due finestre nuove e di una porta, e la pavimentazione è stata rifatta. Infine sono stati cambiati lavandini e sanitari e rifatta la pavimentazione, con una bella rinfrescata a tutto l'edificio. "Ora abbiamo una struttura che può servire le oltre 5000 persone di questa zona - ha detto il responsabile del dispensario - dobbiamo ringraziare i generosi donatori e speriamo che questo sia l'inizio di una collaborazione che possa migliorare ancora di più la sanità a Marikebuni". L'intero progetto di restauro e ampliamento della struttura è costato intorno ai 40 mila euro e la realizzazione è durata poco meno di tre mesi. "E' splendido e appagante vedere che quello che si è sognato per tanta gente di un luogo povero, si sia potuto realizzare - dice da Lugano il presidente della Onlus, Mauro Stoppa - in quella zona, che noi conosciamo molto bene perché mandiamo a scuola già una cinquantina di bambini nell'entroterra di Mambrui, c'era la priorità di rimettere in funzione correttamente l'unico polo sanitario disponibile. Siamo riusciti a farlo e per noi è una grande gioia. Ora controlleremo che questo sforzo per cui ringraziamo tanti concittadini che hanno contribuito con il loro cuore, non sia vanificato dall'incuria". Per questo c'è anche malindikenya.net

TAGS: MarikebuniSorrisi Africani KenyaMauro Stoppa

Tra gli italiani di Malindi c'è chi non si limita a costruire, ma si adopera per migliorare la condizione della popolazione locale.
E' il caso di Giulio Giro, milanese di 66 anni, di cui 25 spesi in Kenya dove è...

LEGGI TUTTO

Il più famoso festival del Romanzo Storico d'Europa si tiene ogni anno a Piove di Sacco, in provincia di Padova.
L'edizione di quest'anno si apre oggi ed...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya si posiziona tra i Paesi africani al top per il "Wedding Tourism", ovvero il turismo delle nozze e delle lune di miele.
La direttrice del Kenya Tourist Board Betty Radier ha confermato che l'organo di marketing del Ministero...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nonostante la crisi politica e l'attesa delle elezioni.bis, il Governo non si ferma e prosegue i suoi progetti di riqualificazione delle strade della costa.
Il Viceministro dei Trasporti e delle Infrastrutture John Mosonik ha presenziato lunedì scorso ai

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dal Ministero degli Affari Esteri del Kenya è arrivato un nuovo decreto legge: ogni venerdì i dipendenti pubblici si dovranno vestire con abiti tradizionali africani. La decisione...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

30 aprile 2016.
Una data che entrerà nella storia : il Kenya ha scelto di bruciare, davanti agli occhi del mondo intero, le zanne di elefanti e rinoceronti sequestrati al mercato illegale.
Una cerimonia mediaticamente spettacolare, il più grande rogo...

LEGGI TUTTO

Il Vicepresidente keniota William Ruto ha promesso "novità positive" tra non più di un mese sull'aeroporto internazionale a Malindi.
Durante un...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"I cittadini del Paesi africani avranno il visto d'ingresso per il Kenya free".
L'annuncio è stato fatto da Kenyatta in persona, nel giorno del...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

L'evento organizzato dall'Istituto Italiano di Cultura domani sera a Malindi avrà come ospite d'onore l'Ambasciatore d'Italia a Nairobi Mauro Massoni.
Al Museo Nazionale della cittadina, dietro Uhuru Garden, verrà infatti inaugurata la mostra "Immersions" che mette a confronto l'archeologia marina...

LEGGI TUTTO

Africa, amore mio.
Si, è così che mi piace chiamarti: "amore mio".
Perché infondo sei il mio più grande amore. 
Il mio posto nel mondo.
A volte mi fermo a pensarti, ancora e ancora.
Mentre mi si forma un nodo...

LEGGI LA BELLA TESTIMONIANZA

Dimmi che sei ancora lì, ad aspettarmi.
Con i tuoi silenzi incredibili, che parlano di natura che si specchia nel cielo e di animali in cerca della propria libertà.
Dimmi che sei sempre immensa, guardi l'uomo come l'ultima delle antilopi...

LEGGI TUTTO

Si è insediato ieri a Nairobi il nuovo Ambasciatore d'Italia in Kenya Alberto Pieri, che succede al romano Mauro Massoni.
Pieri, classe 1964 romagnolo di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Un grande bis per il violinista italiano Francesco D'Orazio, che dopo aver incantato i presenti al Museo Nazionale di Malindi martedì scorso, due giorni fa si è esibito al National Theatre di Nairobi, davanti a una platea che da giorni...

LEGGI TUTTO

Dalla savana dello Tsavo Est ad una delle vergini spiagge dell’Oceano Indiano, da un senso di libertà all’altro in un Paese, il Kenya, che in quanto a varietà di paesaggi, di Natura, di clima ha tantissimo da offrire al viaggiatore....

LEGGI L'ARTICOLO E GUARDA LE FOTO

Chiunque frequenti Malindi e non sia un turista “mordi e fuggi” dovrebbe recarsi almeno una volta, prima delle nove del mattino, al mercato della frutta e verdura. 
Io ogni tanto lo faccio e fatalmente mi tornano alla mente molti “perché”...

LEGGI TUTTO

La lingua kiswahili, originaria dell'omonima costa che va dal nord del Mozambico fino al Corno d'Africa e successivamente adottata anche dal resto dell'Est Africa, particolarmente dai popoli che si affacciano sui grandi laghi africani, si conferma come la più parlata...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO