Ultime notizie

PERSONAGGI

Il Kenya della volontaria Alessia, a 15 km da Chakama

"Andare in Africa come volontario è un vero e proprio privilegio"

27-11-2018 di Alessia Gadaleta

Africa.
Terra di colori, profumi, contraddizioni, brutale, selvaggia ma così armoniosa.
La voglia di nuove esperienze mi ha portato in Kenya, a Langobaya in una fattoria nell’entroterra di Malindi.
Inizialmente curiosa e leggera, ho vissuto l’esperienza più profonda della mia vita.
La mia anima, quella davvero più intima, è ancora là … in quella fattoria, nella terra arsa dal sole, nelle fronde dei manghi, nelle capanne color della terra, nelle voci dei bambini tra i banchi di scuola…
Ho vissuto con loro, cucinato e mangiato con loro, lavorato, cantato e pianto assieme a loro: ho sentito sulla mia pelle la loro disperazione e la loro felicità. Riescono ad essere felici e dignitosi anche nella loro miseria.
E questo ti spacca!! Torni a casa e non ti lamenti più!
Torni a casa e non puoi più stare sul divano a guardare la tv e spegnere il cervello!
Semplicemente, non puoi!! 
Tanti mi chiedono: “Ti ci è voluto un viaggio in Africa per capire certe cose?”
Si, evidentemente si! Ora sono consapevole più di prima del fatto che consumiamo troppo e sprechiamo troppo!
Spendiamo eccessivamente per vestiti di cui non abbiamo assolutamente bisogno; compriamo troppo cibo che va a riempire le nostre dispense e poi magari facciamo scadere un vasetto di marmellata di cui ci siamo dimenticati perché nascosta dietro pacchi di pasta.
Compriamo troppi giocattoli ai nostri figli, giocattoli che poi, dopo cinque minuti di entusiasmo, vengono dimenticati nell’angolo del salotto o sotto il divano. Come giocano i bambini in Africa… ti scendono le lacrime nel sentirli ridere e urlare di gioia mentre corrono dietro ad una ruota di una bicicletta tutta rotta!
“Si, mi piacerebbe fare una donazione ma non mi fido: chissà poi dove vanno a finire i miei soldi!”
Non si può vivere senza fidarsi mai di nessuno!! E sono tutte scuse per continuare a non fare niente e rimandare i conti con la propria coscienza. Continuiamo a ragionare così e non faremo mai nulla per nessuno! Magari è vero, può capitare che i nostri soldi possano finire nelle tasche di qualche associazione fasulla..ma se invece andassero davvero a destinazione, a chi ne ha davvero bisogno? Quanto bene che potremmo fare!! Si tratta solo di scegliere: continuare a far finta di niente o dedicare un attimo, un pensiero, un gesto!
“Si, mi piacerebbe andare a fare un’esperienza di volontariato in Africa, ma che paura!”
Oculatezza nella scelta dell’associazione con cui si decide di partire. Anche qui è una questione di scelta.
Ci sono tante associazioni che operano seriamente da anni sul territorio, che sanno come muoversi con coscienza e sicurezza e che non metterebbero mai in pericolo i propri volontari. Io ho vissuto un mese in fattoria a Langobaya e mi sono sempre sentita al sicuro e protetta in ogni momento dai membri dell’associazione e dalla comunità locale che gravita attorno alla fattoria.
Mi è stato spiegato ciò che potevo e che non potevo fare. Ripeto: sempre una questione di scelta.
E io ho scelto Karibuni Onlus, che da anni opera nella contea di Kilifi, tra Malindi, Watamu e Langobaja.
“Si, ma ci vuole tempo per fare del bene agli altri!”
Non è vero! Ci vuole solo la voglia! Aiutare la vecchina del piano di sopra a portare la spesa quanto tempo prezioso può portarci via?
Ritagliamoci un po’ di tempo per gli altri nella nostra vita dai ritmi forsennati … che poi siamo noi a renderli forsennati! Perché, volendo, si può rallentare! Un pensiero, un gesto, anche solo un sorriso!
Quanto fa bene sorridere? A noi stessi e a chi vede il nostro sorriso! 
Pensare agli altri non vuol dire necessariamente andare in Africa…
Ma andare in Africa come volontario è un vero e proprio privilegio!
E’ un’esperienza che può essere fatta a tutte le età, anche da famiglie con bimbi.
Per i bambini è un’opportunità per imparare fin da piccoli la solidarietà e il giusto valore da dare alle cose e per noi adulti l’occasione di imparare un nuovo modo di vivere, vivere bene, con sentimento, con passione e partecipazione.
E per dare un aiuto concreto a chi non ha niente, ma davvero niente! Perché non è giusto!!

TAGS: alessia gadaletakaribuni onluslangobaya chakamavolontariato kenya

Una serata al sapore di Kenya con tanta buona musica e un amico di Malindi per aiutare la farm di Langobaya della ONG Karibuni.
Domenica alle 19 al Hall of Fame bistrot di Piazza Piemonte...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Gli sforzi e la generosità della comunità italiana, del nostro portale e di molti imprenditori del settore turistico di Malindi e Watamu sta per concretizzarsi con la prima importante donazione per le famiglie degli sfollati dell'entroterra malindino.
Nei prossimi...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Galeotto fu il volontariato a Chakama, con la Onlus Africa Milele. 
Per Antonio Di Guida, fiorentino di 24 anni, laureato in design industriale e appassionato di cucina e fotografia e viaggi, il primo viaggio in Africa nel 2013 ,significava soprattutto...

LEGGI TUTTO

Ho letto con attenzione l'articolo di Daniela Venturelli sul volontariato spesso poco corretto di alcune associazioni. 
Fa riferimento a progetti a Chakama molto sponsorizzati da una onlus di cui si sono perse le tracce e che ha lasciato molte delusioni...

LEGGI TUTTO L'INTERVENTO

Non si ferma l'opera sociale di Karibuni Onlus nell'entroterra malindino, grazie anche alla generosità degli italiani.
E' stata consegnata ieri alle autorità locali la nuova "Tiziana Nursery School" a Langobaya.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

A giugno è partito il nuovo progetto di Karibuni Onlus a favore della comunità dell’area di Langobaya.
L’idea è nata dal team delle fattorie di Karibuni, che, osservando la persistente insicurezza alimentare di quest’area semi arida soggetta a carestie e...

LEGGI TUTTO

Erano le sette di sera nel tranquillo villaggio di Chakama, poco più di ottanta di chilometri a nord di Malindi, nel mezzo della verde vallata del fiume Galana.
In questa...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Dopo quella donata alcuni mesi fa all'ospedale di Gede, altre due motoambulanze donate dalla NGO italiana Karibuni, grazie al contributo importante di associazioni italiane e privati, per aiutare le strutture sanitarie della costa del Kenya. 
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Tempi durissimi per le famiglie dell'entroterra malindino, così come in tante altre zone del Kenya, rese aride dalla prolungata siccità e flagellate dall'aumento dei prezzi del cibo di sussistenza.
Sabato scorso dalla fattoria della NGO italiana Karibuni di Langobaya è partita...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO E GUARDA LA GALLERY

In Kenya gli italiani hanno fatto moltissime opere di bene. C’è tanta solidarietà nei confronti del popolo keniano e i progetti sociali abbondano.
Ciò che scaturisce dal cuore, dalla generosità e dall’incapacità di voltare lo sguardo dall’altra parte è sempre...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Da una Onlus di amici comaschi e i progetti di Mida con il primo Vescovo di Malindi, Francis Baldacchino, alle tante iniziative scolastiche, di sanità (la maternità di Marafa e l'ospedale di Gede soprattutto), al microcredito e infine all'autosostentamento agricolo, con...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Una bimba giriama che sorride a una piccola compagna di giochi della tribù dei masai, è l'immagine più bella di integrazione razziale in Kenya, all'alba della campagna per le prossime elezioni nazionali.
Siamo a Baolala, nell'estremo entroterra di Malindi. Uno degli ultimi...

LEGGI TUTTO E GUARDA LE ALTRE FOTO

Karibuni nasce da un viaggio di un gruppo di amici nel 2002 e la conoscenza delle realta’ locali ci ha portato a fare i primi interventi di aiuto e sostegno. Alla fine del 2004 decidiamo di costituire Karibuni onlus (in...

LEGGI TUTTO

Un'altra settimana di aiuti firmati comunità italiana, con la NGO Karibuni e il nostro portale.
Come avevamo...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Gli italiani non abbandonano gli sfollati della valle del Galana.
Dopo i due mesi di aiuti continui da parte degli italiani che hanno contribuito alla ripresa dei senzatetto dei campi della Croce Rossa e dopo che da luglio ci si...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Quando il primo approccio della vita con l’Africa è un tuffo nella quotidianità della sua gente, nella condivisione e nello scambio culturale, non può che rimanere dentro.
Quasi sempre costituirà la base di un...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO