Ultime notizie

NEWS

Il futuro della Malindi turistica passa dai pensionati

Proposta per fare della cittadina keniana una "Retired Destination"

21-02-2019 di Freddie del Curatolo

In questi giorni, il team di lavoro del settore privato del turismo, per la costa del Kenya, scelto personalmente dal Ministro del Turismo Najib Balala, presenterà a Mombasa alcune proposte per rivitalizzare le varie destinazioni.
Per Malindi i nostri rappresentanti sono Philemon Mawala, proprietario di Southern Sky Safaris, e Roberto Marini, consulente d’affari e proprietario dell’Ocean Beach Resort.
La visione del Governo, rispetto al turismo costiero, è quella di dividere l’offerta in cinque diverse destinazioni, ognuna con le proprie caratteristiche ed il proprio mercato.
Questa idea è stata confutata e confermata da due ricerche condotte per conto del Ministero del Turismo da parte di due importanti aziende internazionali di marketing.
Secondo questa strategia, la costa avrà in Diani, Mombasa, Watamu, Malindi e Lamu le sue località da promuovere e conferirà ad ognuna di queste una propria identità.
Diani ad esempio dovrà sviluppare ancora di più la tendenza ad ospitare i giovani e la middle-class keniana, Mombasa grazie alla ferrovia aumenterà l’offerta per famiglie, per i weekend, la low-class locale e i gruppi (conferenze e meeting vari). Watamu avrà un particolare riguardo per la Natura, l’ambiente, gli sport acquatici e si rivolgerà, grazie anche a strutture di pregio già esistenti, alla high-class. Lamu coltiverà il patrimonio culturale swahili, le tradizioni ed un turismo di nicchia favorito dall’unicità del suo arcipelago.
Malindi è sicuramente la località più difficile da decifrare. Un po’ perché è stata la prima a svilupparsi in un certo modo e quindi nei suoi anni d’oro ha saputo contenere tutte le particolarità sopra citate. Un po’ perché la sua espansione come cittadina e il suo declino come destinazione prettamente turistica, ha creato incoerenze e paradossi.
Il lavoro importante per capire come dare un senso e un’identità ben precisa a Malindi ha coinvolto anche noi ed altri imprenditori ed esperti della destinazione, che hanno portato le loro proposte e dibattuto in più incontri sul futuro possibile della località di villeggiatura e residenza.
Una delle questione su cui tutti si sono trovati d’accordo è la possibilità di sviluppare il turismo della terza età, ovvero fare di Malindi una “Retired Destination”.
In pratica sviluppare in maniera professionale e con marketing mirato quello che già si vede in giro.
Malindi indubbiamente ha molti motivi per attrarre i pensionati, almeno nella stagione invernale dell’Occidente: primo tra tutti il clima, poi la serenità del luogo, il mangiare naturale e buono, l’affabillità della popolazione costiera e la facilità di trovare collaboratori domestici o aiutanti di qualsiasi genere, già abbastanza specializzati e spesso pratici delle lingue straniere (italiano in prima linea, data la storia recente della località turistica).
Senza contare la possibilità di cure naturali a basso prezzo, sfruttando risorse locali come il neem, il semi del baobab e la moringa, oltre allo iodio del mare. La presenza di SPA e di personale già abituato a lavorarci è sicuramente un valore aggiunto.
La proposta che Roberto Marini ha tradotto in una corposa relazione prevede anche la richiesta di abbassare se non addirittura azzerare il visto di soggiorno per gli over 65 ed altre facilitazioni, come accordi sanitari ed altro. La proposta viene ritenuta interessante per il Governo perché oltre a facilitare l’arrivo di turisti disposti a fermarsi anche 12 mesi l’anno e quindi spendere ed investire in questo Paese, può dare vita ad un indotto di lavori professionali (infermieri, medici, fisioterapisti, specialisti) e di costruzione di strutture che via via potrebbero attirare sempre più persone, creando di fatto una destinazione unica in Africa e appetibile da una clientela internazionale di buon livello con una caratteristica comune: l’età avanzata.  

TAGS: pensionati malindivecchi kenyadestinazione malinditurismo malindi

Il Ministro del Turismo Najib Balala ha annunciato una nuova iniziativa per rilanciare il turismo, particolarmente sulla costa keniana, dove a suo dire molte strutture alberghiere sono ...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Anche quest'anno la tre giorni di Expo del Turismo di Nairobi ospiterà espositori da tutto il...

LEGGI L'ARTICOLO

Lo scalo internazionale di Malindi attira sempre di più, e ora il Governo del Kenya non può più ignorare quest'evidenza.
Dopo Ethiopian Airways, che più volte ha richiesto al Ministero del Turismo e a quello dei Trasporti di aprire la...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il Kenya fa il bis!
Anche quest'anno, dopo aver conquistato l'ambito premio l'anno scorso, oltre già al 2013 e 2015, il Kenya si è aggiudicato la palma d'oro come migliore destinazione mondiale per i safari e miglior destinazione africana per le...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Di quale Kenya vorrà parlare il giornalista e anchorman Gad Lerner, all'interno del suo nuovo programma "Ricchi e Poveri" che esordisce domani sera, domenica 12 novembre, in seconda serata su Rai Tre?

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Alla faccia della Tanzania e di Zanzibar che hanno organizzato l'edizione 2016 degli World Tourism Awards per l'Africa. Il Kenya anche quest'anno si aggiudica il maggior numero di "oscar" del turismo, ben cinque, superando Sud Africa, Malawi e gli stessi...

LEGGI TUTTO

Il Kenya dell’accoglienza turistica può essere non solamente safari da favola nel Maasai Mara o nello Tsavo, rilassanti vacanze di sole e ...

LEGGI L'ARTICOLO

Buone notizie da Berlino per il turismo in Kenya. 
La Borsa Internazionale del Turismo tedesca (ITB) ha premiato il nostro Paese come la seconda miglior destinazione in Africa per quanto riguarda i safari e il turismo ecosostenibile. Una posizione di...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

"Stiamo lavorando al collegamento diretto tra l'aeroporto di Malpensa e quello di Malindi". 
Una dichiarazione forte, importante, perché arriva direttamente da Phyllis Kandie, Ministro del Turismo del Kenya. 

LEGGI TUTTO

Il Kenya si posiziona tra i Paesi africani al top per il "Wedding Tourism", ovvero il turismo delle nozze e delle lune di miele.
La direttrice del Kenya Tourist Board Betty Radier ha confermato che l'organo di marketing del Ministero...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Nel futuro prossimo i Tuk Tuk a benzina vecchio stile spariranno da Malindi e dalla costa keniota. Iniziative, spostamento del mercato e regolamentazioni da più parti nella società keniana portano in questa direzione.
 

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Conto alla rovescia per il primo ciak malindino del nuovo film di Checco Zalone, ambientato anche in Africa, come punto di partenza di un misterioso viaggio verso l'Italia alla stregua degli...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Parte domani, mercoledì 3 ottobre, l'ottava edizione del Magical Kenya Travel Expo, la fiera internazionale del turismo di Nairobi che coinvolge 185 espositori provenienti da 30 nazioni del mondo.
La fiera...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

Il settore turistico della Contea di Kilifi si chiama a rapporto per preparare al meglio l’alta stagione e fare gruppo.
E’ il...

LEGGI L'ARTICOLO

Una ventata di speranza che dalla prossima estate si possa volare da Roma a Malindi, con un...

LEGGI L'ARTICOLO

Tra pochi giorni, nel mese di luglio, migliaia di pensionati residenti all’estero riceveranno la pensione INPS maggiorata della Quattordicesima. 
Ricordiamo che non si tratta di un diritto “scontato” ma del risultato di una determinata battaglia condotta dai sindacati, dai patronati,...

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO