archivio 08/2011

MAL D'AFRICA

Cosa mi ha lasciato l'Africa

Un sentimento che mi fa vivere meglio

31-08-2011 di Iole Savona

Una vacanza, per caso. L'impossibilità di non farvi ritorno. Un safari indimenticabile.
Come avevo fatto a vivere senza di Lei fino ad ora? E a considerarla una meta di vacanza come le altre?
Africa, mi hai conquistato senza dirmelo, facendoti scoprire così, come una fiera donna masai che incontri sul ciglio di una strada sterrata e incerta.
E io ti ho amato subito proprio per questa tua naturalezza, per la verginità dei tuoi paesaggi e la purezza del tuo cielo.
 

LEGGI TUTTO IL CONTRIBUTO

MAL D'AFRICA

Dolore e resurrezione

"Sarò sempre vicina con te, Africa, nella tua battaglia quotidiana per la bellezza."

19-08-2011 di Malaika

Dico Africa ma penso al Kenya. Dico Kenya ma penso a Watamu. 
Africa è un concetto troppo grande perché entri nel mio cuore senza devastarlo. 
Le guerre, la fame, i soprusi, le ingiustizie perpetrate dalla sua stessa gente nei confronti dei più poveri. 
Il mio mal d'Africa è dolore quando penso a queste cose.
 

LEGGI TUTTO

REPORTAGE

Nel cuore dei Mijikenda

Mekatilili Wa Menza Festival 2011

15-08-2011 di Freddie del Curatolo

 

Sono qui di nuovo a raccontarvi di un popolo, di una cultura, della lotta pacata e dignitosa, ma disperata di un'etnia per conservare le proprie tradizioni e proteggere i saggi anziani. 
Qualcuno, spinto dall’emotività scatenata dalla gravissima situazione del Corno D’Africa, mi ha detto in questi giorni che la cultura non si mangia, non disseta e non salva la vita.

LEGGI TUTTO E GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA

I RACCONTI DI CLAUDIA

Tre banane

LO SGUARDO IRONICO E GARBATO DI UNA DONNA CHE HA VISSUTO A MALINDI

12-08-2011 di Claudia Peli

Passeggio sulla Silversand beach impegnandomi in uno slalom tra i beach boys e le venditrici di parei.

Ho un ragazzino attaccato alle caviglie da venti minuti che vuole vendermi ad ogni costo un pacchetto di noccioline tostate.

Nel frattempo ho già rifiutato con cortesia: una aragosta viva, una noce di cocco, un paio di ciabatte, una coppia di maasai di ebano (?), un vasetto di crema abbronzante di pura papaya (?), una seduta di treccine, un accompagnatore rasta  muscoloso…

LEGGI TUTTO IL RACCONTO

LUTTO

Il nostro ricordo di Vincenzo Prezioso

Quel signore napoletano di Malindi, tra un caffé e un sorriso

03-08-2011 di Freddie del Curatolo

Pochissimi, tra gli abituali frequentatori di Malindi, non sanno chi è Vincenzo Prezioso.
Mi piace parlare di lui al presente, anche se da poche ore non c'è più.
Perchè Vincenzo è stato una delle anime di Malindi, uno degli italiani storici. Se l'è portato via un brutto e veloce male che (avrebbe detto lui) è arrivato a rompergli le scatole pure qua, 'n coppa all'Oceano Indiano. La sua gentilezza, il sorriso sempre pronto, l'indomita napoletanità. Prezioso, seduto al "suo" tavolino del Bar Bar, sempre pronto ad offrirti un caffè e a fare due chiacchiere, è la migliore parabola dell'italiano emigrato all'estero.

LEGGI TUTTO IL RICORDO

REPORTAGE

Il giorno di cielo, aria e sigarette dei carcerati di Malindi

"Magari poi finisce che riprendono ad amare la vita…"

02-08-2011 di Freddie del Curatolo

Ti chiedono sapone e sigarette, come nei film. 
Chi conosce le carceri di Mtangani, sa bene che non c’è lungometraggio che possa raccontarle, senza lasciarti un senso di spaesamento e nausea. 
Senza rabbia, senza indignazione. 
Impotente schifo e basta.

LEGGI TUTTO E GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA

ARCHIVIO

Agosto 2011

Tutte le notizie del mese

01-08-2011 di redazione

Ora aiutiamo Bungale e gli affamati dell'entroterra malindino
Dopo l'aiuto al Cisp per l'emergenza a Dadaab, Malindikenya.net riprende le sue raccolte di viveri per la popolazione dei distretti di Malindi e Magarini, che quotidianamente ha a che fare con fame e sete, specie ultimamente per colpa della crisi economica mondiale e della siccità. Noi da tre anni a questa parte abbiamo a cuore principalmente la comunità Mijikenda, che possiamo raggiungere facilmente e aiutare personalmente. Quest'anno la siccità (appena mitigata dalle pioggerelle di questi giorni) ha fatto gravi danni per il raccolto e la crisi economica sta dando un'altra mazzata alla gente locale. Così per ferragosto abbiamo intenzione di distribuire cibo e acqua, portando nel distretto di Magarini, dove la situazione è ben più grave che a Malindi, derrate alimentari e camion d'acqua. Ovviamente abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti, dagli imprenditori ai residenti europei. Alcune sottoscrizioni sono già arrivate, anche dall'Italia si può aiutare, inviando un bonifico a malindikenya.net (scriveteci a info@malindikenya.net). La spedizione partirà il 12 agosto e la consegna, documentata sul nostro portale, avverrà in contemporanea con i festeggiamenti di Mekatilili Wa Menza, una celebrazione tradizionale per la comunità Mijikenda che si tiene a Bungale, nel distretto di Magarini, tra Marafa e Magarini dove i problemi causati dalla mancanza d'acqua sono molto gravi. La consegna avverrà alla presenza di autorità locali e distrettuali e sotto l'egida della Malindi District Cultural Association. Siete tutti invitati a contribuire: anche un solo pacchetto di farina è importante!!!(01/08/2011)

LEGGI TUTTO L'ARCHIVIO MENSILE